Beauty & Fitness

Profumi naturali, personalizzabili e fai da te, è il nuovo trend fragranze

Per allenare l'olfatto riscopriamo gli aromi in casa, nei cassetti, nella frutta persino nel sapone dei piatti

profumi © ANSA
  • di Agnese Ferrara
  • 19 aprile 2021
  • 19:56

Provate a condire la macedonia con un mandarino al posto del succo di limone e inventerete le basi di un profumo agrumato. Grattate la buccia di un pompelmo con la punta del dito, simulerete il processo di spremitura degli oli essenziali utili per farne fragranze. Scoprite aromi non facili, ad esempio annusando l’interno dei cassetti del comò oppure un lucido da scarpe che, per quanto possa apparire singolare, richiamano le note di fondo usate anche per i profumi di lusso che nel 2021 saranno all'insegna della naturalità, del rispetto per l'ambiente, oltre che sempre più personalizzabili e perfino da miscelare al momento dell'uso in base all'umore ed al momento della giornata grazie a nuovi stratagemmi innovativi. I profumi ci piace crearli a nostra misura e per accontentare la curiosità nel campo delle essenze si possono scovare le note fruttate per eccellenza annusando attentamente il sapone ‘lavapiatti a mano’. Si può diventare un po' più profumieri leggendo libri sui fiori e gli aromi (da quelli fotografici come ‘Il colore dei fiori’ di Darroch e Michale Putnam per L’Ippocampo ai volumi sulla storia del profumo ai siti di approfondimento). Ci si può allenare anche assaggiando una punta di differenti tipi di miele, di oli extravergine di diverse terre d’Italia, assaporate distillati e amari e provare a descriverne verbalmente le essenze che compongono le miscele. E, appena sarà possibile, usare l'olfatto dal vivo visitando orti botanici, oppure andai nei vivai per riscoprire i profumi dei fiori di stagione come le rose tipiche di maggio, le mimose di febbraio, le lavande estive o i gelsomini di settembre.


La primavera è il mese delle fragranze e il 2021 è l’anno dei profumi naturali. Fra i nuovi lanci di profumi si impongono le essenze di talco e agrumi insieme a note solari e sogni vacanzieri. Per candele e profumi per l'ambiente domestico le essenze richiamano luoghi turistici rinomati, esotici o locali (e la nostalgia di poterci tornare) oltre a vaniglia, magnolia e lavanda, segnala la rivista specializzata Perfumer & Flavorist, dedicata agli addetti del mondo delle fragranze mondiali."Si può diventare profumieri 'fai da te' allenando tutti i sensi, dal tatto alla vista, dal naso al gusto e l’esercitazione si può fare a casa propria, - spiega Edoardo Matassi, amministratore delegato di Expressions Parfumée Italia, company francese per la creazione e la produzione di essenze presente sui mercati internazionali, insegnante del ‘seminario olfattivo domestico’,  per celebrare la Giornata Nazionale del Profumo del 21 marzo scorso. Per l’Italia è organizzata dall’associazione Accademia del Profumo (#GiornatadelProfumo2021, #ZonaProfumata) e molte iniziative sono ancora in programma (info su www.accademiadelprofumo.it ).
“Le note di cuore, calde, si riscoprono annusando le spezie in dispensa, - precisa Matassi. - Dalle bacche rosa al pepe verde e nero, dai chiodi di garofano alla noce moscata e alla cannella. Le troviamo anche miscelate in  tè e tisane che contengono blends di spezie. E poi nel mondo degli amari e nei distillati. Le nostre case sono immerse nelle fragranze e negli odori, sta a noi coglierli. Un modo per allenare l’olfatto e prendere maggior consapevolezza di tutto quello che olfattivamente, e non solo, ci circonda. Quanti di noi sanno che la lavatrice è un piccolo laboratorio chimico di profumi che noi stessi misceliamo dosando detersivi, ammorbidenti ed additivi? Chi riesce a fare buone miscele ottiene il perfetto equilibrio del bucato “.
Nonostante il periodo così difficile a causa della pandemia, il bisogno di buoni odori non passerà, segnalano gli operatori che si aspettano per la ripresa attesa per la seconda metà dell’anno un incremento nell’uso dei profumi per l’ambiente domestico ma anche per gli uffici che si riprenderà a frequentare, insieme ad un nascente ma sempre più incisivo trend delle fragranze create su misura e perfino da inventare al momento.
Fra le novità in chiave ‘personalizzazione e innovazione’ infatti su Perfumer & Flavorist si segnalano nuove collezioni di profumi per l’ambiente da comporre come si preferisce, come quelle di Feuguia 1833. Idem nell'ambito delle fragranze per il corpo: innovativa la piattaforma ‘smart’ Ninuperfume.com (sede in Slovenia ma packaging e design italiano) dove si possono scegliere le singole basi profumate da miscelare solo al momento dell’uso. La novità è il contenitore, riciclabile, con le essenze scelte in compartimenti separati e con un sistema di miscelazione rapida che avviene solo durante lo spruzzo.
La strada della personalizzazione è tracciata e intrapresa anche dalle maison più rinomate come Bvlgari con la collezione di fragranze Allegra che è possibile personalizzare attraverso la compilazione di moduli e quiz dal portale del brand.
Fra i trend dei prossimi anni i profumi saranno sempre più personali perché ci piace giocare al ‘piccolo profumiere’ e prediligeremo sempre più essenze originali, non addizionate e dotate di certificazione sulla sostenibilità e origine garantita degli ingredienti. Risponde alla sempre più evidente domanda di ‘correttezza’ nelle produzioni di essenze il colosso Givaudian (il più grande produttore di fragranze e profumi) che ha presentato un nuovo sistema di validazione e certificazione, il Naturality Index, strumento per valutare l’impatto ambientale, l’origine e la naturalità delle essenze impiegate nel campo della profumeria.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie