Beauty & Fitness

Pelle, barba e mascherina, 5 consigli per una perfetta convivenza

Shampoo e balsamo volano nell'e-commerce beauty tra i prodotti per la rasatura

Curarsi la barbara (foto courtesy barberino's) © Ansa
  • Redazione ANSA
  • 29 novembre 2020
  • 17:03

L’emergenza sanitaria ha influenzato molti aspetti della nostra vita, anche quelli più insospettabili, come la cura del viso e della barba. Un uso prolungato della mascherina, infatti, da una parte incoraggia irritazioni e fastidi, perché rende la pelle più sensibile, dall’altra può risultare scomodo a causa della lunghezza della barba, che in alcuni casi rischia di non far aderire al meglio la protezione. A dimostrarlo anche i dati di Barberino’s, la catena italiana di barberia che ha registrato un aumento del 78% sulla vendita ecommerce di prodotti skincare, con picco del 114% sullo shampoo per la barba e del 93% sul balsamo.
“Indossando quotidianamente le mascherine, in particolare quelle riutilizzabili, è necessario pulire ed igienizzare la barba: un gesto che prima poteva risultare scontato è diventato ora necessario e imprescindibile”, commentano Michele Callegari e Niccolò Bencini, fondatori di Barberino’s. “Inoltre una buona routine, con prodotti adeguati e dedicati, permette di prendersi cura della pelle del volto”. Ecco alcuni consigli pensati appositamente per tutti quegli uomini che, mettendo sempre al primo posto la sicurezza, vogliono prendersi cura di sé e non rinunciare al proprio look, così da essere sempre pronti ad apparire in video nella prossima call con colleghi e amici. 

Ecco quindi 5 accorgimenti per far convivere al meglio pelle, barba e mascherina.

Fare attenzione alla detersione
Lavare accuratamente il viso e la barba è la parte più importante di ogni beauty routine, ancor di più se si indossa la mascherina per molte ore. L’ideale è utilizzare detergenti naturali e delicati, che non abbiano un effetto occlusivo per la pelle e che, pensati proprio per la barba, non vadano ad intaccare l’equilibrio del pelo, che ha un ph diverso da quello dei capelli.

Non dimenticare l’idratazione

Dopo la detersione è fondamentale occuparsi dell’idratazione, sia della pelle che della barba, per nutrire il viso e aiutarlo a ritrovare il suo equilibrio. Ottimi alleati sono i balsami freschi, dalla texture leggera e ricchi di vitamine che si prendono cura sia dell’epidermide che del pelo, idratando in profondità.

Tenere a portata di mano l’acqua termale
Per le lunghe giornate fuori casa con indosso la mascherina, soprattutto in vista degli sbalzi termici tipici di questo periodo, l’ideale è portare sempre con sé un po’ di acqua termale, che, se spruzzata sul viso, aiuta a decongestionare e a ridurre le sensazioni di pizzicore e bruciore date dalla sudorazione e dal continuo cambio di temperatura.

Fare attenzione al pre-rasatura
Prendersi cura della pelle prima della rasatura completa è fondamentale per evitare inutili irritazioni, soprattutto se poi si indossa la mascherina. Per farlo si possono utilizzare oli dalle proprietà idratanti e in grado di creare un’efficace barriera protettiva tra la lama e la pelle. 

Trovare la giusta lunghezza
Se barba e mascherina proprio non vanno d’accordo, l’alternativa è ricorrere a un cambio di look, aggiustando la lunghezza, accorciando o allungando un po’ a seconda di come si percepisce la barba quando è coperta.

Nota: per salvaguardare la propria sicurezza e quella degli altri e per evitare il rischio di contagio, le mascherine di tipo FFP2 e FFP3 usate negli ospedali devono aderire perfettamente alla pelle; per questo tutti gli operatori sanitari che devono indossarle non dovrebbero avere la barba. Per i cittadini comuni, invece, la barba non costituisce un problema e può essere mantenuta indipendentemente dalla tipologia di mascherina utilizzata (chirurgica, stoffa, ecc…).

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie