Beauty & Fitness

L'olio ti fa bella, breve guida agli oli per la pelle e sei segreti beauty

Ricchi di benefici, spingono al massaggio e alla cura di sè

Olio, rituale di bellezza foto iStock. © Ansa
  • di A.M.
  • 10 agosto 2020
  • 11:30

Olio e bellezza. L'antichissimo rimedio beauty per nutrire la pelle e i capelli ha avuto in epoche recenti alterne fortune. E' ritenuto, o meglio era ritenuto, un materiale che unge troppo, appesantisce i capelli, rende la pelle morbida ma troppo oleosa. Da qualche tempo questo 'pregiudizio' è scomparso anche per la qualità eccelsa, la formulazione light con cui oggi sono fatti 'gli oli' e c'è chi ormai li preferisce come consistenza a creme e lozioni. Tra l'altro spingono al massaggio per essere assorbiti dunque sono decisamente una coccola in più per visto e corpo. Se scelti con cura e a seconda delle proprie necessità, infatti, gli oli si rivelano gli alleati ideali tutto l'anno, compresa l'estate per affrontare il sole, il caldo e la salsedine perchè aiutano a ristabilire l’equilibrio di pelle e capelli senza ungere o appesantire. “Molte persone non inseriscono gli oli nella propria beauty routine perché temono che questi prodotti vadano a ungere e ad appesantire la pelle, ma basta sceglierli con cura per evitare il problema”, sottolinea Valentina Abramo, Brand Partnership Manager di Abiby. “Gli oli di origine naturale sono ricchi di benefici e aiutano a prendersi cura del proprio corpo da testa a piedi”.
Dunque c'è olio e olio, ecco una guida agli oli più adatti per ogni cosa con 5 segreti di bellezza legati al loro utilizzo + 1:
Oli per il corpo, per una coccola prima e dopo il sole
Prima e dopo l’esposizione al sole, in particolare se arricchiti con fattori di protezione (SPF), gli oli aiutano a nutrire e ristabilire l’equilibrio della pelle, l’importante è sceglierli con cura per evitare di ungere e appesantire l’epidermide. Per le pelli sensibili via libera ai prodotti a base di olio di riso, dalle proprietà lenitive; per quelle mature, invece, meglio puntare su quelli a base di olio di semi di melograno o di olio di rosa, dal forte effetto antiossidante e in grado di stimolare il rinnovamento cellulare. Per le pelli secche, infine, gli oli migliori sono quelli più ricchi, come l’olio di noce del Brasile.
Oli per capelli, per illuminare la chioma e idratare fino alle punte
Durante l’estate i capelli sono sottoposti a uno stress maggiore a causa del sole, che danneggia la cheratina andando a seccare e a indebolire il fusto, e della salsedine, che, invece, ne intacca l’integrità. Per proteggere la propria chioma dopo un tuffo e nutrirla sotto la doccia, gli oli sono ottimi alleati, perché restituiscono al capello la giusta dose di idratazione, di lucentezza ed elasticità in pochi istanti. I prodotti più efficaci sono a base di vitamina E e di Argan, due ingredienti in grado di ammorbidire, nutrire e donare nuova lucentezza fino alle punte, meglio se con SPF per proteggere dai raggi UVB. Se scelti con fattori termoprotettivi, inoltre, permettono di mettere al riparo i capelli anche dai danni causati da piastra e phon.
Oli per le mani, per nutrire le unghie
Gli oli sono perfetti anche per idratare la pelle delle mani dopo ore di esposizione al sole, dopo una nuotata in mare o in piscina o dopo aver utilizzato a lungo gel antibatterici a base di alcol. Oltre che per nutrire la pelle, si rivelano ottimi alleati anche per la cura delle unghie, perché contribuiscono a rinforzarle, nutrirle e ad ammorbidire le cuticole. I più adatti sono quelli di mandorla o, per unghie e mani particolarmente secche, di jojoba. Per applicarli basta utilizzare un dischetto di cotone o un pad di stoffa e lasciarli poi agire fino a completo assorbimento. Per una cura urto farne un impacco imbibendo dei guanti di cotone e dormendoci tutta la notte.
Oli per i piedi, per combattere la secchezza e per uno scrub fai da te
Durante l’estate i piedi sono più esposti ai fattori esterni: dal caldo cittadino al sole, passando per la sabbia. Per contrastare la secchezza, in particolare quella dei talloni, e sfoggiare sempre piedi curati, gli oli possono essere applicati dopo la doccia oppure utilizzati come base per uno scrub naturale e fai da te. Nel primo caso i più efficaci sono quelli ricchi e nutrienti a base di olio d’oliva o di argan, nel secondo via libera a quello di cocco che, se mescolato con zucchero o sale, aiuta non solo ad ammorbidire la pelle, ma anche a eliminare le cellule morte durante il massaggio.
Oli per il viso, per nutrire la pelle in profondità e dare il via alla beauty routine
Soprattutto quando si parla del viso, è fondamentale scegliere i prodotti a seconda dell’età e delle esigenze della propria pelle. Gli oli di jojoba o di mandorla, per esempio, che penetrano in profondità riequilibrando la carenza lipidica e l’idratazione, non sono adatti a pelli miste o grasse, ma sono perfetti in caso di pelli secche o mature. Anti-aging per eccellenza è l'olio di rosa mosqueta . Poi ci sono i blend come il Rose Blossom Glow Facial Oil di Eclat Skin London che combina olio di rosa e acido ialuronico, dunque leviga, idrata e illumina la pelle evitando le screpolature e la secchezza causata dal sole.
Il segreto in più riguarda l'olio di oliva
Certamente è il meno light di tutti, ma sulle sue proprietà nutrienti non si discute. E poi ce lo abbiamo sempre in casa a disposizione. Può essere una 'riserva' da ricordare quando ne abbiamo necessità, soprattutto come dopo doccia a corpo bagnato. L'olio di oliva è utile anche come struccante, ben tollerato dalle cuti sensibili e soprattutto non è aggressivo nelle zone oculare e labiale: sul pad di stoffa (i dischetti di cotone fanno parte delle cose monouso di cui dobbiamo impegnarci a fare a meno per la salute del Pianeta) basta versarne un poco e massaggiare la pelle, la pulirà magicamente. 

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie