Beauty & Fitness

Ginnastica e sermoni, quando la religione si allea con il fitness

Canti sacri e riti vanno in palestra

Programmi di riposo e silenzio al Global Wellness summit © ANSA
  • di Agnese Ferrara
  • 29 gennaio 2020
  • 13:31

I Millennial considerano la palestra come una ‘chiesa’ e ora potremmo prendere alla lettera il concetto perché un numero crescente di istituzioni religiose e organizzazioni senza scopo di lucro stanno incorporando ad alcuni precetti una vasta gamma di corsi di ginnastica. Segnala la nuova tendenza, che si consolida soprattutto negli Stati Uniti, il nuovo report del Global Wellness Institute, organizzazione statunitense che monitora l’andamento del comparto fitness a livello globale.

- Leggi anche Dai rimedi per il sonno alla musicoterapia i nuovi trend del wellness

Il fenomeno ha un titolo inequivocabile, ‘Organized Religion jumps into Wellness ‘ e, si legge che le attuali offerte del settore ‘benessere’ includono nuovi ‘bootcamp Ramadan’, ‘escursioni wellness ebraiche’, ‘ritiri di benessere cristiani’, ‘lezioni di Pilates cattolici’ e ‘canali YouTube di fitness musulmano’.
Molte comunità religiose arricchiscono i loro eventi una tantum con lezioni di aerobica che integrano sermoni o preghiere ed altre allestiscono intere sale con attrezzi per il fitness, il rabbino Jaymee Alpert della Congregazione Beth David di Saratoga, in California, ha sviluppato una pratica che mescola allenamenti di forza con metodi di culto ebraico. Mensilmente offre sessioni di ‘affondi’ con quelle di yoga, attingendo a temi della liturgia e dei programmi di preghiera a ‘bagni ‘nella foresta. Spiegano gli analisti dell’istituto: ”Alpert si è ispirato alla crescente popolarità della terapia della corsa, uno sport fisicamente impegnativo che alcuni consulenti ritengono possa aiutare le persone ad aprirsi e ad accedere meglio alle proprie emozioni”. Spiega Alpert stesso: "L'obiettivo è aiutare a ricollegare le parti di noi stessi che di solito pensiamo siano lontane, separate. O siamo in palestra per essere fisici o andiamo in sinagoga per essere spirituali. Ma c'è una connessione fra le due parti”.
Il trend non riguarda solo le comunità religiose che intraprendono la strada dei metodi sportivi da affiancare alle preghiere, anche le palestre si stanno aprendo agli esercizi spirituali. Gli analisti segnalano ‘SoulCore’, un programma per fare movimento ‘cattolico’ e che combina lo stretching alla ginnastica funzionale con le preghiere del rosario e che coinvolge oltre 100 parrocchie in tutti gli States. Segue il ‘Faithful Workouts online’, allenamenti in streaming uniti a mini-sermoni e musica cristiana. La fondatrice, Michelle Spadafora, afferma che i suoi clienti sono stufi di separare lo stile di vita dalla fede e questa è la soluzione migliore in epoca 'multitasking'. Altri imprenditori optano per includere la fede in una sorta di nuovo franchising, come evidenziato da CrossFit con il corso F.M.S. (che sta per "For My Savior") a Midland, nel Texas e CrossFit 27:17 (che si riferisce ai sacri testi) a Flowood, Mississippi.
Gli analisti citano anche ‘Females in Action (FIA)’, un programma di allenamento gratuito, in stile bootcamp per sole donne, dove ogni allenamento termina con una preghiera. In soli sei anni, il corso FIA è cresciuto fino a raggiungere 6.000 membri in 53 diverse aree degli Stati Uniti.
Anche le piccole palestre tipo boutique includono nuove proposte in chiave spirituale, come il club per donne ‘Nawal Haddad’, a Singapore, che offre esercizi hijab-friendly (per donne musulmane), mentre la ‘Kosher Gym’ di Gerusalemme si rivolge a uomini ebrei osservanti e include le preghiere serali e un caffè rigorosamente kosher. inoltre il Jewish Yoga Network segnala un evidente incremento degli istruttori che cercando di adottare le pratiche indù, mentre la catena in franchising di palestre ‘Lord’s Gym’ , una ventina di sedi, incrementa la preenza sul territorio con corsi di fitness dall'aria religiosa.
Il teologo Martin Palmer, nell'ultimo summit del wellness organizzato dal Global Wellness Insitute, ha spiegato che "la religione da sempre è profondamente legata al corpo includendo diete monastiche, ritiri spirituali di digiuno, pellegrinaggi e rituali fisicamente molto impegnativi". Ora i metodi alla base dei precetti religiosi sono per la prima volta mutuati in nome del benessere fisico.

 

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie