ANSAcom

ANSAcom

Ferzan Ozpetek, il mio corto per immaginare il futuro

Regista firma spot Banca Mediolanum con Filippo Nigro

Roma ANSAcom

Come si inventa il futuro? Un uomo di fronte al figlio diciassettenne. Due mondi per i quali a volte è difficile parlarsi, anche se uniti dalla stessa storia. Ma è narrando l'epopea di quel tempo in cui gli uomini non avevano contezza del futuro e di come ogni piccolo passo in avanti rese invece la vita molto più libera e degna di essere vissuta, che il padre troverà la giusta via di comunicazione. “Futuro è piantare un albero. Costruire una casa. Far nascere un sogno”. Proprio nel mezzo della tournée teatrale del suo “Ferzaneide – Sono ia!” e in attesa del debutto della serie tv tratta dal suo “Le fate ignoranti”, Ferzan Ozpetek torna agli spot e firma “L’uomo che inventò il futuro”, il nuovo cortometraggio di Banca Mediolanum con Filippo Nigro protagonista, presentato a Roma con una gran soirée ad inviti e introdotto da un incontro con l’amministratore delegato di Banca Mediolanum Massimo Doris, il critico cinematografico Gianni Canova e lo stesso Ozpetek, moderati dalla giornalista Costanza Calabrese.
In platea, volti come Giampaolo Letta, Barbara Bouchet, Francesco Rutelli, Demetra Hampton, Giancarlo Leone, Ingrid Muccitelli. “Mi è sembrata quanto mai di attualità una presa di coscienza sul tempo, il nostro tempo e quello degli altri. Di coloro che sono stati e di coloro che saranno“, spiega Ozpetek, che nel corto inserisce anche qualche chicca per intenditori e si autocita: il film in sottofondo che sta guardando il protagonista è proprio il suo Le fate ignoranti. ”Mai come in questi ultimi periodi - prosegue - siamo stati messi alla prova sul come e quando immaginare il tipo di futuro che ci aspetta. La continuità del tempo va salvaguardata, i suoi cicli e ricicli come li definiva il filosofo napoletano Vico a proposito del ripetersi della storia. Anche se credo in sostanza che tutto è destinato a cambiare, ad arricchire il corso della nostra esistenza”. Al centro del racconto, il tema del futuro, ma anche, racconta ancora, “il rapporto con i nostri genitori, che non finisce mai. Io, per esempio, non ho finito l’università per tre esami e mio padre, anche quando avevo già diretto due film e iniziavo a essere conosciuto, mi ripeteva: ‘ma la laurea? Prendila, perché non si sa mai’. Qualche anno dopo, mi è arrivata la prima laurea honoris causa. Lui non c’era più ma ripensando alle sue parole, a quanto sarebbe stato contento, sono scoppiato a piangere. Quel legame non finisce mai. Ricordo mia mamma, già molto anziana, che una mattina mi chiamò per chiedermi: ma io sono stata una buona mamma?”.
Con il corto “volevamo emozionare ancora gli spettatori, perché l’emozione è parte fondamentale della vita, anche nel risparmio”, spiega l'ad Massimo Doris, che è anche protagonista dello spot on air realizzato per accompagnare il corto. “A un anno dal successo di 'Raccontami di me' con Anna Foglietta - prosegue - abbiamo voluto superare ancora i canoni e i linguaggi di comunicazione più istituzionali e tradizionali del branded content divenendo mecenati del cortometraggio d’autore, con la volontà di enfatizzare l’importanza della pianificazione patrimoniale nella programmazione finanziaria del proprio futuro”.
Ma Ozpetek come vede il suo futuro? “Non lo penso mai dal punto di vista economico, ma della salute - risponde - sono convinto che siamo di fronte alla ripartenza”. Nel frattempo, racconta, “sono molto attratto anche dalle nuove piattaforme, dai social. Ho progetti con delle app. Non sto mai fermo, credo sia anche una questione di vecchiaia. Nell’arco di una giornata faccio tre cose diverse. Il guaio è che poi mi vanno bene. Altrimenti magari mi fermerei. Chissà - sorride - potrei provare anche come promotore finanziario”.
Il corto, da un’idea originale dell’agenzia Armando Testa, sarà visibile su MediolanumPlay.it. Il flight televisivo, on air dal 21 novembre all’8 dicembre, vedrà la messa in onda di oltre 5.000 spot da 30’’ e 15'' sulle principali emittenti e al cinema, oltre a una campagna OOH a Milano e Roma. In affiancamento, anche una campagna radiofonica, su web e social.

 

In collaborazione con:
Banca Mediolanum

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie