Al via 'Extralibera', le giornate contro mafie e corruzione

Venerdì 29 e sabato 30 aprile promosse dalla rete di Libera

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Due giorni di lavoro e di confronto per fare il punto sullo stato della lotta alle mafie e alla corruzione nel nostro Paese, con un'attenzione particolare a quanto accade in Europa e nel resto del mondo mettendo insieme esperienze e concretezze. Al via Extralibera, le giornate di Contromafiecorruzione di Libera che si svolgeranno a Roma, presso Auditorium Parco della Musica venerdì 29 e sabato 30 aprile 2022. Obiettivo della due giorni denunciare il pericolo di una "normalizzazione" dell'infezione virale mafiosa e corruttiva, infezione da cui il nostro Paese deve decidersi di guarire una volta per tutte. Normalizzazione perché l'attuale variante del virus mafioso è all'apparenza asintomatica, agisce sottotraccia minando nell'ombra le basi della democrazia. La due giorni di Contromafiecorruzione sono la conclusione di un percorso durato due mesi con oltre 1000 partecipanti che hanno animato gli 11 gruppi di lavoro (dall'educazione e ricerca per contrastare mafie e corruzione, all'aggressione dei patrimoni criminali ed il riutilizzo sociale dei beni confiscati, dalla transizione ecologica e lotta all'ecomafia, al cyber crimine e criptovalute, dalla libertà d'informazione ai percorsi per l'affermazione dei diritti delle vittime innocenti delle mafie, dall'intreccio mafie e politiche alla lotta alla corruzione, dalle politiche sociali per sconfiggere mafie e disuguaglianze alla globalizzazione delle mafie), con il contributo di oltre 100 relatori promossi dalla rete di Libera, da Legambiente ad Avviso Pubblico, dall'Agesci ai Sindacati.
    Il programma di ExtraLibera, le due giornate di Contromafiecorruzione, si apre domani, venerdì 29 aprile con intervento di Luigi Ciotti, con un video-messaggio del Presidente della Camera Roberto Fico, dei saluti di Nicola Zingaretti, della testimonianza di Piero Nava, primo testimone di giustizia. Conclude la prima giornata una tavola rotonda con Rosy Bindi (già presidente della Commissione Parlamentare Antimafia), Nando dalla Chiesa (Presidente Onorario di Libera), Federico Cafiero de Raho (già Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo), Gian Luca Trequattrini (Responsabile per l'etica e la prevenzione della corruzione della Banca d'Italia), Luigi Ferrucci (Presidente FAI - Federazione delle associazioni Antiracket e Antiusura). Sabato 30 aprile si apre con un videomessaggio del Ministro della Giustizia Marta Cartabia e la partecipazione, tra gli altri, di Giuseppe Busia - Presidente ANAC, Maurizio Vallone - Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Maurizio Landini - Segretario nazionale CGIL, Stefano Ciafani - Presidente Legambiente. Paolo Savio, DDA di Brescia, Ilaria Calò, DDA di Roma, Giuseppe Lombardo, Procura di Reggio Calabria, Franca Imbergamo, Procura nazionale antimafia e antiterrorismo, Roberto di Bella - Presidente del Tribunale per i minori di Catania. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA