Papa: la vita va difesa e protetta

'Noi oggi non custodiamo il creato, ma porta la firma di Dio'

Redazione ANSA CITTA' DEL VATICANO

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 20 MAG - "Questa vita, nonostante tutte le sue fatiche e le sue prove, nonostante i suoi giorni difficili, è colma di una grazia per cui meravigliarsi. E in quanto tale va sempre difesa e protetta". Lo ha detto il Papa nell'udienza generale. Proseguendo le catechesi sul significato della preghiera, Papa Francesco ha sottolineato: "Gli uomini e le donne che pregano sanno che la speranza è più forte dello scoraggiamento. Credono che l'amore è più potente della morte, e che di certo un giorno trionferà, anche se in tempi e modi che non conosciamo. Gli uomini e le donne di preghiera portano riflessi sul volto bagliori di luce: perché, anche nei giorni più bui, il sole non smette di illuminarli".
    Il pontefice ha parlato anche della bellezza del creato. Noi "oggi non custodiamo il creato" ma "in quel creato c'è la firma di Dio", ha sottolineato. "Il Signore ci faccia capire sempre e più profondamente questo e ci porti a dire 'grazie', il 'grazie' è una bella preghiera".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA