Diritti umani e valori a centro concorso

La premiazione di "Cittadinanza e Comunità" il 13 alla Camera

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 FEB - Cultura dei diritti umani, valori fondanti la convivenza civile e scienza della felicità: è questo il tema del Concorso "Cittadinanza e Comunità", alla sua prima edizione, il quale nasce da un'idea della LUNID (Libera Università dei Diritti Umani) che, in collaborazione con la Rete Felicitas composta da scuole superiori statali, accogliendo i valori altamente etici e morali espressi dal Messaggio di Capodanno 2019 del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha lanciato l'iniziativa nelle scuole. L'obiettivo è sollecitare la libera espressione di studenti e studentesse, attraverso vari linguaggi, scritti, artistici e multimediali, su valori e principi fondanti la convivenza civile a partire dalle parole del presidente Mattarella.
    La risposta degli studenti e delle studentesse è stata molto positiva - fanno sapere gli organizzatori - sia per l'ampiezza dei temi che sono stati ripresi, sia per la profondità delle trattazioni. Gli studenti, individualmente e in gruppo, hanno raccolto l'invito ad esprimersi in piena libertà e autonomia. Una settantina i lavori giunti alla Commissione di valutazione: dieci i vincitori del bando che riceveranno 'Attestati di merito' nel corso di una cerimonia che si terrà giovedì 13 febbraio 2020 presso l'Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, Via Campo Marzio 78, alle ore 10. In occasione della premiazione, saranno letti i testi dei lavori premiati e saranno presentate testimonianze ed esperienze concrete da parte di esperti e protagonisti specificamente impegnati sulla cultura dei diritti umani con significative incursioni sulla "Scienza della Felicità", nuovo ambito di studi e riflessioni che vedono convergenti operativamente la LUNID e la Rete Felicitas che hanno per scopo quello di sviluppare percorsi di ricerca, sperimentazione e didattica nel campo dell'applicazione dei diritti umani e di promozione della cultura della felicità. Ad introdurre la mattinata sarà Gioia di Cristofaro Longo, presidente della LUNID, già Ordinaria di Antropologia Culturale all'Università Sapienza di Roma. Interverranno, fra gli altri, Paolo De Nardis, Ordinario di Sociologia, Sapienza-Università di Roma; Suor Eugenia Bonetti, presidente Slaves No More Onlus; Aldo Morrone, Direttore Scientifico IFO; Mario Rusconi, Consiglio Nazionale A. N. P.; Clara Rech, Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione. La Rete Felicitas è composta da Liceo M. Montessori (capofila), Liceo N. Machiavelli, Liceo E.Q. Visconti, I.M.S.
    Margherita di Savoia di Roma, I.S.I.S.S. Pacifici e De Magistris (Latina).
    La premiazione si svolge in collaborazione con la Direzione generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA