Maturità: Bianchi, sarà un esame vero, non di emergenza

'Ragazzi avranno un mese per preparare lavoro da discutere'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - "Quella di quest'anno sarà una prova di maturità vera: abbiamo abbandonato l'idea che si lavorava 5 anni e poi arrivava una busta con i temi e si faceva una sorta di lotteria. I ragazzi avranno un mese per poter svolgere il loro lavoro prepararlo e consegnarlo; la prova inizierà con la discussione di questo lavoro". Così a Uno Mattina su Rai 1 il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi.
    "Non è un esame all'acqua di rose né di emergenza: è una prova di maturità in cui i ragazzi potranno dimostrare come sono cresciuti, è un passaggio in avanti, non ci siamo messi all'angolo, è un esame di maturità vero", ha assicurato. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA