Fca, modellino di 500X in cioccolato 3D

Evento al Cluster Cacao per spiegare l'additive manifacturing

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 5 OTT - Fca spiega a Expo come l'additive manifacturing - la tecnica che permette di creare prototipi tramite la stampa in 3D - abbia contribuito a rivoluzionare il settore dell'automotive, e per farlo sceglie una particolare location: il Cluster del Cacao e Cioccolato. Per l'occasione, la casa automobilistica ha utilizzato le proprie stampanti 3D - le stesse con cui ad esempio viene realizzata la calandra dell'Alfa Romeo Giulia, nel centro d'eccellenza Product Development Prototypes di Torino - per riprodurre una "cabossa", il frutto della pianta del cacao, e i loghi di Eurochocolate, Official content provider del Cluster, e di Conpait - Confederazione Pasticceri Italiani. I tre oggetti sono stati poi utilizzati dal pasticcere Federico Anzellotti, presidente di Conpait, per decorare tre torte preparate durante la manifestazione.

Anzellotti si è inoltre cimentato nella decorazione di un modello in scala uno a dieci di una Fiat 500X, realizzata da Fca sempre con la tecnica della stampante 3D, per l'occasione ricoperta di cioccolata. "La tecnologia innovativa che raccontiamo oggi a Expo ci aiuta a competere sul mercato ma anche è anche un interessante esercizio di sostenibilità - ha spiegato Laura Viada - sustainability manager di Fca -.

Attraverso le stampanti 3D, che utilizziamo per produrre alcuni dettagli dei nostri veicoli, riusciamo a ridurre l'impatto ambientale, a utilizzare meno materia prima e a diminuire le emissioni di Co2". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA