Padiglione turco, quinto più grande

Lavori iniziati a gennaio, simbolo partecipazione il melograno

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 27 APR - 'Scavare nella storia per il cibo del futuro' è il tema con cui la Turchia partecipa ad Expo Milano 2015, illustrato oggi a Milano alla stampa italiana e internazionale. Il Paese ha aderito all'esposizione universale solo otto mesi fa e ha iniziato i lavori per il proprio padiglione a gennaio, si tratta della quinta struttura più grande di Expo con oltre 4 mila metri quadrati. Simbolo della partecipazione è il melograno, il Nar che rappresenta fertilità e abbondanza. L'architettura del padiglione richiama il profilo del palazzo Topkapi di Istanbul, l'antica reggia del sultano.

All'interno tanti i richiami alla tradizione del Paese: dalla tipica casa turca, alle ceramiche dipinte fino al vetro artigianale. Sicurezza alimentare, salvaguardia della biodiversità e cibo sostenibile per il futuro gli argomenti affrontati. "Un progetto realizzato in tempi record - ha spiegato il commissario della Turchia per Expo, Tarik Sönmez - completato in soli tre mesi e mezzo". Una superficie di 800 metri quadrati è dedicata a uno spazio verde dove sono stati piantati tre platani di 15 metri di altezza e 40 alberi di melograno. Un'area di 600 metri quadrati è stata coperta di marmi. "Dopo sette anni e un mese dalla vittoria di Milano per ospitare Expo siamo qui - ha detto il vice ministro dell'Economia del governo turco, Adnan Yildirim, nel 2008 a capo della Camera di Commercio di Smirne che perse contro Milano - voglio fare gli auguri all'Italia per una Expo che avrà molto successo". "Spero che l'Italia possa sostenere la candidatura di Smirne per ospitare Expo nel futuro", ha concluso.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA