Armani apre Silos per inaugurazione Expo

Sfilata per 500 e visita al nuovo spazio prima concerto Bocelli

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 19 GEN - Sfilata per 500 invitati nel teatro di via Bergognone, visita guidata in anteprima al Silos Armani e poi di corsa a Rho per il concerto di Andrea Bocelli: Giorgio Armani, dopo la sfilata della sua linea Emporio, ha anticipato alla stampa alcuni momenti della serata che il prossimo 30 aprile inaugurerà Expo, di cui è stato nominato special ambassador, chiarendo subito che vorrebbe "tenere un low profile senza cadere nel trionfalismo". Sarà dunque - si capisce tra le righe - una serata molto Armani, di composta eleganza, senza enfasi patriottiche. In passerella non ci sarà una collezione dedicata a Expo, ma una sfilata delle creazioni legate alle linee della maison, a partire da quella d'alta moda: "aspetto di vedere - spiega lo stilista - il risultato di Parigi". La summa dei suoi 40 anni di attività sarà invece concentrata nel Silos che sarà aperto proprio per Expo: "sarà uno spazio espositivo dove raccogliere il prodotto di tutti questi anni - anticipa Armani -, un archivio di informazioni a carattere tecnico pensato per far vedere in un solo momento 40 anni di attività, dal primo all'ultimo vestito. Sarà una concentrazione di abiti molto importante, compresa la presentazione al Guggenheim di anni fa, oltre agli eventi degli ultimi tempi tra cui la linea Privé, che all'epoca della mostra di New York ancora non esisteva". Tutto troverà spazio nell'ex magazzino della Nestlè. "Ci è piaciuto chiamarlo Silos - spiega - perché lì c'era del cibo, materiale per vivere, e per il mio modo di pensare il vestire fa parte della vita". Il Silos, per cui Armani ha fatto un investimento di 50 milioni di euro, "non finirà con Expo - sottolinea Armani -, è uno spazio per Milano che sarà accessibile in alcuni giorni e che, in accordo con il Comune, ospiterà anche altre mostre". Sempre con il Comune di Milano "ci siamo accordati per questo ruolo di ambasciatore speciale della moda italiana, mi va bene il titolo ma - precisa scherzoso - finisce lì, non farò conferenze".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA