Obesità è malattia, e causa il diabete

Allo Spazio Donne di Padiglione Italia l'esperto Carruba

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 13 OTT - L'obesità è spesso percepita non come una malattia ma come un problema estetico. L'accumulo eccesivo di peso può invece essere considerato una malattia a tutti gli effetti, e una delle cause di diverse patologie, tra cui il diabete. A mettere in guardia sulla correlazione tra l'aumento di peso e questa malattia è stato l'esperto del Centro studi dell'Università di Milano, Michele Carruba, in un incontro organizzato a allo Spazio Donne di Padiglione Italia, a Expo, dal Ministero della Salute. Spesso, ha detto Carruba "si vuole dimagrire per essere più belli e non per essere sani. L'obesità riduce invece l'aspettativa di vita di dieci anni e pregiudica la salute perché causa tumori, malattie cardiovascolari e diabete". In Italia, ha proseguito Carruba "circa il 45% della popolazione è sovrappeso e il 10% è obeso. Soltanto mantenendo uno stile di vita corretto e cercando di non ingrassare si possono prevenire molte malattie". La soluzione, secondo l'esperto "non è seguire questa o quella dieta, ma fare un'anamnesi dei comportamenti sbagliati e correggerli".

Il grasso più pericoloso, ha spigato l'esperto, "non è quello corporeo, ma quello viscerale, che le donne, a differenza degli uomini, iniziano ad accumulare dopo la menopausa. Si tratta di un grasso che influisce negativamente su tutti gli altri organi". Nel caso specifico del diabete, "è scientificamente provato che un accumulo di grasso viscerale può creare insulino-resistenza. Anche mettendo a posto la glicemia non si risolve il problema, mentre una soluzione può essere perdere 10 kg". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA