Sostenibilità, a Pesaro una delle scuole più green d'Europa

Sinergia Comune, imprese e professionisti, efficienza e confort

Redazione ANSA PESARO
(ANSA) - PESARO, 27 NOV - La nuova scuola secondaria di primo grado "Antonio Brancati" di Pesaro ha ricevuto il prestigioso riconoscimento come uno degli edifici con maggior sostenibilità ambientale d'Europa. Con il punteggio di 88 punti ha ottenuto il certificato LEED v4 BD+C: School di Livello Platino risultando tra le prime in Europa ad averlo conseguito.

Il risultato nasce da una politica del Comune di Pesaro rivolta a un'edilizia efficiente e responsabile cha ha ricevuto il premio Leadership in Green Building nel settore pubblico "Mario Zoccatelli" dal Green Building Council Italia a settembre: Pesaro città è tra le eccellenze italiane del costruire sostenibile.

La scuola 'Brancati' eccelle in efficienza energetico-ambientale, grazie a un involucro progettato per evitare dispersioni e impedire il surriscaldamento grazie alla parete ventilata e alle schermature solari. Il bando realizzato prevedeva lo studio dei parametri termo-igrometrici, acustici, illuminotecnici dando grande attenzione al benessere interno per ottenere un ambiente salubre, accogliente tale da avere le migliori condizioni per lo studio. I consumi vengono ottimizzati grazie a un sistema di automazione e controllo da remoto degli impianti realizzato in Classe A. Attenzione anche ai temi dell'economia circolare e alla salubrità degli ambienti mediante monitoraggio di temperatura, umidità, presenza di CO2, di fattori illuminanti con uso di lampade a led dimmerati con sensori di presenza nelle aule e di un corretto ricambio di aria tale da garantire l'immissione dell'aria dall'esterno filtrata e purificata.

Tanti gli altri elementi di sostenibilità: dalla gestione rifiuti durante la costruzione, presentata a UrbanPromo a settembre, alla vasca di raccolta dell'acqua piovana; materiali sostenibili, l'attenzione contro lo spreco di acqua e studio della luce naturale e artificiale. L'efficienza energetica è dovuta anche a un sistema d'impianti alimentato quasi esclusivamente da energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici o rete di fonte rinnovabile.

Tantissime le figure coinvolte nel progetto, imprese subappaltatrici, professionisti. E' stato realizzato grazie al lavoro di squadra coordinato dall'arch. Margherita Finamore (Comune di Pesaro) e di sinergia tra le imprese e l'Amministrazione. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie