Economia circolare: Italia si conferma leader in Europa

Riciclo al 68%, ma ancora pochi investimenti in ecoinnovazione

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 05 APR - In Italia la percentuale di riciclo di tutti i rifiuti ha raggiunto quasi il 68%, il dato più elevato dell'Unione europea. Al 2018 il nostro Paese ha avviato a riciclo la quota maggiore di rifiuti speciali, circa il 75%, mentre per quanto riguarda i rifiuti urbani, nel 2020, l'Italia si attesta al 54,4%, a fronte del 47,8% registrato nell'Ue 27. È quanto emerge dal Rapporto nazionale sull'economia circolare in Italia 2022, realizzato dal CEN (Circular Economy Network) in collaborazione con Enea. Tra le cinque maggiori economie al centro dell'analisi Italia e Francia fanno registrare le migliori performance di circolarità, seguite da Spagna, Polonia e Germania. Tuttavia, segnala il rapporto, ci sono settori in cui l'Italia è in difficoltà. Ad esempio l'ecoinnovazione, dove per investimenti siamo solo al 13° posto nell'Ue. Nel mondo invece, tra il 2018 e il 2020, il tasso di circolarità è sceso dal 9,1% all'8,6% e anche l'Italia "non ha centrato l'obiettivo del disaccoppiamento tra crescita economica e uso delle risorse", sottolinea lo studio. Ciò significa che Pil e consumo di materiali viaggiano in parallelo: la ripresa del 2021 mostra come i due valori si stiano riportando sugli stessi livelli precedenti alla pandemia. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA