"Vecchio cartone", canzone di Elio per riciclo della carta

Idea del consorzio Comieco per insegnare a riciclare bene

Redazione ANSA ROMA

Una canzone e un video di Elio e le Storie Tese per insegnare (ridendo) a riciclare correttamente carta e cartone. L'idea l'ha avuta il Comieco, il consorzio del riciclo di questo materiale. Un sondaggio sulle abitudini di riciclo degli italiani aveva rivelato che gli Elii sono il complesso ritenuto più adatto a veicolare un messaggio ecologico. Così il consorzio ha proposto loro di scrivere una canzone sul riciclo di carta e cartone. Il complesso (in teoria si sarebbe sciolto, ma con loro non si sa mai) ha accettato la sfida, e così è nata "Vecchio cartone" (disponibile su YouTube).

Uno ska demenziale, ispirato alla Canzone intelligente di Cochi e Renato, dove uno scatolone gettato da Elio rimprovera il cantante di non averlo smaltito correttamente, togliendo nastro adesivo e graffette metalliche. Fra cori di scatoloni, tormentoni demenziali e una cartomante che esce dal cassonetto, canzone e video insegnano a riciclare correttamente. "Il cartone non è bello se non è riciclarello, il polistirolo non è riciclarolo", cantano gli Elii, "getta la carta che non va nella carta, scarta la carta che non va nella carta" (cioè stagnola e carta forno)", "elimina la plastica".

Il webinar del Comieco per presentare "Vecchio Cartone", in mano ad Elio e ai suoi è diventato una perfomance demenziale. Il vocalist ha spiegato ironicamente che il suo complesso nasce ecologico, dato che già nell'89 con la canzone "Silos" del primo album propugnava il riciclo delle sostanze secrete dal corpo umano. "Lo scioglimento del nostro complesso - ha rivelato - è partito quando Rocco Tanica ha gettato uno scontrino nel bidone della carta" (cosa scorrettissima perché gli scontrini hanno sostanze chimiche che non si prestano al riciclo). Il bassista Faso ha spiegato che il complesso all'inizio della sua carriera fece lo sbaglio di gettare un disco di Maria Carta nel cassonetto della carta, ed Elio ha risposto che "i dischi di Marco Carta vanno gettati nell'indifferenziato". "E' più facile fare canzoni che insegnino quello che non va fatto", ha concluso il cantante, annunciando "e adesso una canzone dei Subsonica che dice 'me ne frego del riciclo'!".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie