Consorzio Conip, casse ortofrutta in plastica riciclata

Fanno risparmiare importazioni petrolio e tagliano gas serra

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 29 GEN - Una cassa per ortofrutta prodotta con plastica riciclata certificata e riciclabile al 100%. L'ha progettata, realizzata e messa in commercio il "Consorzio Nazionale Imballaggi Plastica" (Conip). Con il reimpiego della plastica riciclata, nel 2017 sono stati prodotti nuovi imballaggi per un totale di 85,9 mila tonnellate.

Il lavoro di Conip consente di risparmiare ogni anno oltre 40 milioni di euro di importazioni di petrolio - il costo di 770mila barili di greggio - e 133mila tonnellate di materia prima vergine, il peso di 13 Tour Eiffel. Evitata l'emissione di 148mila tonnellate di gas serra, pari all'inquinamento generato da 60mila auto in un anno; risparmiati 2,2 milioni di gigajoule (GJ) di energia, il consumo annuo di 500 cittadini italiani, e l'utilizzo di 599 milioni di litri d'acqua, pari alla capienza di 240 piscine olimpioniche.

In 20 anni di attività del Consorzio, il beneficio economico per il Paese, in termini di importazioni di petrolio evitate grazie all'impiego di materia prima seconda prodotta dal sistema Conip, supera complessivamente 1 miliardo di euro: l'equivalente del valore di 13mln di barili di petrolio.

Il settore che utilizza maggiormente le casse in plastica riciclata prodotte dal circuito è quello ortofrutticolo: vengono preservate le proprietà organolettiche e nutrizionali dei prodotti e si assicurano standard igienici e ottimi risultati nella catena del freddo, mantenendone immutato l'aspetto. Sono oltre 400 i modelli di casse prodotti da Conip. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie