ANSAcom

ANSAcom

Engie e Amazon insieme per l'agro-fotovoltaico

Nuovi impianti in Sicilia, come piantare oltre 3milioni alberi

MILANO ANSAcom

Due innovativi parchi agro-fotovoltaici della capacità produttiva complessiva di 104Mw Peak consentiranno di produrre energia rinnovabile per alimentare le sedi di Amazon in Italia, contribuendo anche al fabbisogno energetico di circa 20.000 utenze domestiche. Il tutto risparmiando l'emissione di oltre 62.000 tonnellate di CO2 l'anno, come se si piantassero oltre 3 milioni di alberi. E' quanto prevede un accordo siglato da Engie, gruppo energetico mondiale impegnato nella transizione verso un'economia carbon neutral, con Amazon, che porterà alla realizzazione dei nuovi impianti in Sicilia, nei comuni di Mazara del Vallo e Paternò.

Un passo importante di Engie verso il Piano Energia e Clima 2030 per la decarbonizzazione del nostro Paese e che contribuirà al raggiungimento dell'obiettivo di Amazon di gestire il 100% del business con energia pulita entro il 2025.
Il progetto, per il cui finanziamento in fase di finalizzazione su base project financing Engie ha incaricato Bnp Paribas, Cassa Depositi e Prestiti e Societe Generale, rappresenta un’innovazione nel settore delle rinnovabili perché concepito sulla base di un modello contrattuale di Corporate PPA abbinato ad un sistema di pannelli fotovoltaici che prevede l'utilizzo di una innovativa tecnologia che cattura sia la luce diretta che quella riflessa dai terreni circostanti permettendo una migliore coltivazione della terra. Inoltre saranno usati pannelli di taglia grande in modo da ridurre la superficie occupata favorendo l'abbinamento tra la produzione di energia elettrica e le coltivazioni agricole.

L’energia prodotta verrà venduta per l'80% ad Amazon e per il 20% immessa sul mercato, coniugando la produzione di energia sostenibile con lo sviluppo del territorio. Verrà infatti portata avanti un'integrazione virtuosa con le attività agricole che permetterà coltivazioni di piante autoctone e colture aromatiche e officinali. Sarà così possibile garantire la salvaguardia del paesaggio rurale e della biodiversità e assicurare una ricaduta positiva anche per le realtà agricole coinvolte. Importanti anche le ricadute grazie all'indotto in termini di occupazione, durante i lavori di realizzazione degli impianti, e alle convenzioni tra Engie Italia e i Comuni, che potranno implementare progetti di sostenibilità ambientale a beneficio dei cittadini, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.
L’ingresso in esercizio commerciale dei due impianti è previsto per l’inizio di aprile 2022.

In collaborazione con:
Engie Italia

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie