Ambiente: WWF e Rio Mare insieme per pesca più sostenibile

Quasi 70% approvvigionamento da pesca certificata

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 08 GIU - Un' alleanza per una pesca sempre più sostenibile e per la tutela degli oceani e delle comunità che dipendono da essi. Rio Mare e WWF hanno rinnovato, dopo quattro anni, la loro partnership alzando l'asticella dei loro impegni di sostenibilità. La certificazione MSC e i Fishery Improvement Projects rimarranno due strumenti importanti per la sostenibilità della pesca, ma in aggiunta a queste Rio Mare è pronto a fare di più e a considerare lo stato degli stock di tonno nel loro insieme. Le due organizzazioni lavoreranno anche per coinvolgere attivamente l'industria ittica e il mercato, sostenendo l'adozione di nuove misure, a livello di organizzazioni regionali di gestione della pesca del tonno, per la ricostruzione degli stock sovrasfruttati e la prevenzione della pesca eccessiva in futuro. La partnership sarà anche volta a creare consapevolezza verso le problematiche legate agli impatti della pesca insostenibile sull' ambiente marino, con attività di comunicazione e progetti verso i consumatori. "Abbiamo l'ambizione di diventare l'azienda di tonno più sostenibile al mondo - ha spiegato Luciano Pirovano, Global Sustainable Development Director della Business Unit Food del Gruppo Bolton -. Confermiamo il nostro obiettivo del 100% di tonno proveniente da pesca certificata MSC o FIP Credibile e Completo entro il 2024 per tutto il perimetro della nostra business unit, sensibilmente aumentato grazie a una recente acquisizione, che ci ha permesso di rafforzare la nostra presenza in Europa e in Sud America".

Grazie alla collaborazione tra WWF e Rio Mare, nel periodo 2016-2020 sono stati raggiunti importanti risultati: al momento, quasi il 70% dell'approvvigionamento di Rio Mare proviene da pesca certificata MSC o da FIP Credibile e Comprensivo. Per quanto riguarda la trasparenza e la tracciabilità, le navi di proprietà di Rio Mare sono attualmente le uniche in tutto il settore ittico a pubblicare volontariamente le loro rotte su transparentsea.org ogni 6 mesi e il 100% dei suoi prodotti di tonno è completamente tracciabile dalla cattura della specie al momento del consumo, in tempo reale. "L'obiettivo a lungo termine del WWF è quello di garantire un passaggio verso una produzione e un consumo sostenibili in tutto il settore dei frutti di mare - ha commentato Isabella Pratesi, Direttore Conservazione del WWF Italia -, adottando un approccio a tutto tondo quando si costruisce un progetto di trasformazione a più ampio beneficio degli oceani". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie