Biodiversità, con Marevivo possibile adottare una spiaggia

Al via campagna sostegno attività conservazione in tutta Italia

Redazione ANSA ROMA

L'obiettivo è osservare, pulire e valorizzare decine di spiagge in tutta Italia, insieme al mare veri e propri scrigni di biodiversità, oggi sempre più minacciati dall'uomo: così a trentasei anni dalla prima attività di beach cleanup Marevivo lancia la nuova campagna nazionale "Adotta una spiaggia", attraverso la quale sarà possibile sostenere le attività dell'associazione ambientalista.

Le donazioni - si sottolinea - permetteranno quindi a centinaia di attivisti di Marevivo di avviare e sostenere attività di pulizia e di sensibilizzazione della popolazione e delle istituzioni locali, dalla Liguria alla Sardegna, dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia. Sarà possibile scegliere quale spiaggia "adottare" - segue la nota - sul sito di Marevivo, optando per una a cui si è fortemente legati o per una lontana ma particolarmente preziosa dal punto di vista naturalistico.

"Quando pensiamo alla spiaggia spesso non ci rendiamo conto che si tratta di un ecosistema complesso, habitat naturale di centinaia di animali e piante marine" ribadisce Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo. "Per proteggerla dobbiamo capirne il valore, guardarla con occhi diversi. Per questo - spiega - abbiamo deciso di lanciare questa campagna e di chiedere a tutte le persone che amano il mare di aiutarci a preservare decine di spiagge in tutta Italia e gli animali che le abitano." Marevivo ricorda che l'Italia ha circa 8000 km di costa: il 50% circa è rappresentato da coste sabbiose, il 34% da coste rocciose e il 16% è occupato da infrastrutture di vario genere, come porti, aree industriali, insediamenti turistici, aree agricole o commerciali. Tra le principali minacce e pressioni su questi ambienti fragili - aggiunge - ci sono l'inquinamento, la cementificazione delle coste e il turismo irresponsabile. Così, a causa del disturbo e dell'eccessivo afflusso di bagnanti - si legge -, animali come il fratino o la tartaruga marina Caretta caretta non riescono a trovare le condizioni adatte per la riproduzione, la deposizione e la schiusa delle uova o per lo sviluppo della prole. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie