Coronavirus: Federparchi, app per evitare assembramenti

Indicherà spazi disponibili nelle aree protette

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 20 APR - Per la fase 2 dell'emergenza coronavirus, Federparchi (l'associazione dei parchi italiani) fa due proposte al governo: una app che indichi i luoghi dei parchi dove andare senza fare assembramenti, e l'estensione a tutte le aree protette italiane dei benefici fiscali oggi riservati ai parchi nazionali.

"Siamo in grado di fornire - scrive Federparchi in un comunicato - attraverso le sedi dei parchi o i comuni che aderiranno a questa proposta, una soluzione informatica che permetta, anche dallo smartphone, di collegarsi al parco di riferimento vicino casa, di trovare gli spazi disponibili, di ottenere l'autorizzazione per un tempo controllato, di tenere le distanze di sicurezza. È ovvio che tale sperimentazione dev'essere autorizzata nei decreti di prossima emissione".

"Le direzioni dei Parchi e i comuni - prosegue la nota - potrebbero definire agende, percorsi, luoghi e orari di visita, per consentire ai cittadini di muoversi in forme contingentate all'aria aperta".

Federparchi propone inoltre "l'estensione delle ZEA (zone economiche ambientali, con fiscalità di vantaggio e incentivi per azioni economiche fondate sulla sostenibilità) a tutte le aree protette istituite ai sensi della legge 394, ampliandone quindi l'applicazione, oggi prevista per i soli parchi nazionali". "Uno strumento aggiuntivo - conclude l'associazione - per far fronte alla crisi economica che si aggiunge a quella sanitaria". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie