Responsabilità Editoriale Gruppo Italia Energia

FV: l'Italia raggiunge i 21 GW, 750 MW nel 2019

Gli oltre 58.000 nuovi impianti dell'anno scorso portano il totale a 880.000 (quasi il 30% al Nord), +4,6% la produzione, accumuli +50% a 118 MW. Il Rapporto Statistico del Gse (articolo di Quotidiano Energia)

Quotidiano Energia - Erano 880.090 gli impianti fotovoltaici presenti in Italia a fine 2019 per una potenza totale di circa 21 GW e una produzione vicina a 24 TWh. Lo scorso anno sono state installate oltre 58.000 nuove infrastrutture FV, che hanno incrementato di 750 MW la potenza installata del Paese. Si tratta quindi di un trend di crescita “quasi doppio rispetto ai 400 MW dei precedenti anni”. Sono alcuni dei dati forniti dal Rapporto Statistico del Gse, pubblicato ieri.


Nelle oltre 70 pagine del documento si evidenzia che tra i nuovi impianti spiccano quelli con potenza inferiore ai 20 kW: un “segnale della crescente diffusione dell’autoconsumo". Il rapporto segnala anche “una ripresa degli investimenti sui siti di grande taglia, oltre i 5 MW (quasi il 30% della nuova potenza FV), in particolare nelle regioni meridionali”.

Su un totale di 115 TWh di energia elettrica prodotta dalle fonti rinnovabili in Italia nel 2019, il FV ne ha coperto il 20%, registrando un aumento del 4,6% rispetto all’anno precedente. “Ciò significa che in Italia, nel settore elettrico, ogni 10 kWh prodotti dalle rinnovabili, 2 vengono dal sole”, sottolinea il Gestore.

Passando all’analisi territoriale, la Lombardia si conferma la Regione con il maggior numero di impianti (oltre 135.000, vale a dire 10.000 in più rispetto al 2018), seguita dal Veneto (124.000 impianti). Se si guarda al numero totale, in Italia 3 strutture FV su 10 sono concentrate in queste due Regioni. Più in generale, oltre la metà degli impianti è situata nel Nord Italia (55%) mentre il 28% si trova nel Sud e nelle Isole. Il restante 17% del parco è installato nelle Regioni del Centro.

In termini di potenza, il primato va alla Puglia che registra 2,8 GW con una produzione di oltre 3,6 TWh: da sola la Puglia copre quasi il 15% della produzione nazionale, seguita dalla Lombardia con 2,4 TWh e dall’Emilia Romagna con 2,3 TWh.

L’energia elettrica prodotta e autoconsumata in Italia ha superato i 4.700 GWh, corrispondenti a quasi il 20% della produzione FV complessiva. In Italia “la quasi totalità degli impianti del settore domestico sono in autoconsumo”. Nel comparto i risultati migliori arrivano dai settori industriale e terziario, che hanno raggiunto percentuali rispettivamente del 39% e del 45% di energia autoconsumata, sul totale di quella prodotta.

Nel 2019 si è poi osservato un “notevole incremento” dei sistemi di accumulo dell’energia prodotta da sistemi FV. Alla fine del 2019 si contano quasi 26.000 impianti, con una potenza di 118 MW. Questo significa che, rispetto al 2018, questi sistemi hanno registrato una crescita di circa il 50% sia in termini di numerosità, che di potenza.

Infine, un altro dato fornito dal Gse riguarda la tipologia degli impianti FV italiani, che vede il predominio del silicio policristallino (72,5% della potenza installata) e monocristallino (21,5%). Il restante 6% della capacità è in film sottile o altri materiali.

Modifica consenso Cookie