Maltempo: ancora disagi in Valmarecchia, saltata corrente

Scuole d'alta quota chiuse, manca la linea telefonica

Redazione ANSA SAN LEO
(ANSA) - SAN LEO, 24 GEN - Continuano i disagi nell'entroterra romagnolo dopo le incessanti nevicate di domenica e lunedì che hanno provocato la caduta di molte piante e danni ai cavi della corrente elettrica. In Valmarecchia corrente elettrica e linee telefoniche sono saltate, come a San Leo, uno dei borghi medievali più noti della zona, meta turistica per la rocca in cui venne imprigionato il conte Cagliostro.

Ad essere imprigionati da domenica sono gli abitanti con oltre un metro di neve sull'uscio di casa. "I maggiori disagi li hanno vissuti gli anziani, tanti di loro fino ad oggi non hanno avuto la possibilità di uscire di casa", spiega un ristoratore, Daniele Ciucci, che ha deciso di aprire per servire i pasti agli operai impegnati nella pulizia delle strade. "Appena è tornata la corrente ho riaperto l'attività per dare il servizio ai ragazzi che lavorano". Tutti i negozi sono chiusi.

"Ora la situazione è sotto controllo - afferma l'assessora comunale all'Agricoltura Valentina Guerra, mentre il sindaco è impegnato in una riunione online con la prefettura - gli spazzaneve hanno sempre lavorato notte e giorno, ma la neve pesante ha provocato danni alle piante, quindi alla rete elettrica. Si stanno tutti impegnando al massimo".

Le vie principali della zona sono state pulite, anche se i muraglioni di neve accumulati ai lati hanno ristretto la sezione stradale. "La situazione più critica è nelle frazioni - rileva l'assessora - perché le strade sono state ridotte, ma entro la giornata di oggi, se non ci sono nuove precipitazioni, contiamo di ripristinare anche la situazione nelle frazioni".

Le scuole del borgo sono chiuse anche oggi, mentre restano aperte alle quote più basse che devono però fare i conti con "frane e allagamenti, perché sotto abbiamo avuto delle forti piogge", spiega Guerra. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA