++ Gas: Istat, prima fonte per riscaldamento e acqua calda ++

Lieve calo fonti tradizionali, solare cresce ma resta residuale

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 21 GIU - Il metano è la fonte di alimentazione più diffusa in Italia, sia per il riscaldamento (68%) che per la produzione di acqua calda (69,2%). E' quanto emerge dal rapporto Istat sui Consumi energetici delle famiglie nel 2021. Rispetto al 2013 si registra un leggero calo delle fonti tradizionali e non rinnovabili (metano, gasolio, GPL) a vantaggio di energia elettrica e biomasse. I sistemi a energia elettrica rappresentano l'8,5% per il riscaldamento e il 16% per l'acqua calda. Le biomasse alimentano il 15% dei riscaldamento e il 5,5% dell'acqua calda. Il solare ha un ruolo emergente per l'acqua calda ma ancora residuale (1,4%). (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA