Amazzonia: possibile reato ambientale,giudice convoca Macron

Dopo ripetersi incendi in centrale idroelettrica al 51% francese

Redazione ANSA RIO DE JANEIRO

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 05 MAG - Un giudice brasiliano ha inviato una lettera di rogatoria in Francia convocando Emmanuel Macron: lo rivela il sito Metropoles.

Vincenzo Giannotte, del Tribunale di giustizia dello Stato amazzonico di Mato Grosso, ha ordinato al presidente francese di commentare possibili problemi ambientali causati da una centrale idroelettrica nella città di Sinop, dato che il governo francese possiede, attraverso la società Électricité de France (Edf), il 51% delle azioni della centrale.

Secondo una denuncia presentata dall'Istituto di diritto collettivo, la compagnia elettrica francese starebbe trascurando la prevenzione antincendio nell'area di sua influenza.

"È noto a tutti che il Presidente della Francia, Monsieur Emmanuel Macron, difensore dell'ambiente e così appassionato di questioni ambientali nel governo brasiliano, ha rivolto numerose critiche sulla protezione dell'ambiente nel nostro Paese, associando tra l'altro, recentemente, la grande produzione di soia brasiliana alla deforestazione della foresta amazzonica", scrive il magistrato nella sua decisione, in cui convoca Macron per spiegare gli "impatti ambientali che sono stati causati in Brasile" da Edf.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA