Gas:Gallo,biometano determinante per sostituire quello russo

A.d. Italgas,in Italia possiamo arrivare a 8 miliardi metri cubi

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 21 APR - In Italia abbiamo una situazione di "forte dipendenza dalla Russia ma, al tempo stesso, anche una molteplicità di fonti di approvvigionamento alternative su cui si sta lavorando per riuscire a sostituire il gas russo con maggiori quote di gas da importare via tubo o sotto forma di Gnl". Così l'amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo, nel corso della trasmissione 'Radio Anch'io' su Rai Radio 1.

"Abbiamo - aggiunge - tre terminali di rigassificazione che, al momento, non sono saturi e possono accogliere rifornimenti incrementati; abbiamo inoltre due terminali già autorizzati che, se costruiti, potrebbero portare fino a 20 miliardi di metri cubi in più di metano". Gallo ha poi evidenziato che il biometano è una "fonte rinnovabile, a emissioni di CO2 equivalente pari a zero e ha un ruolo determinante in questo percorso di emancipazione dal gas russo. È stato calcolato che la produzione in Italia può raggiungere gli 8 miliardi di metri cubi l'anno che corrisponde alla capacità di un impianto di rigassificazione di grandi dimensioni. E' per questo che occorre stimolare questa produzione che al momento ammonta solo a mezzo miliardo circa di metri cubi l'anno. Possiamo aumentare questa produzione di quasi 20 volte, risolvendo anche gran parte del problema dei rifiuti. A condizione, però, che si velocizzino i tempi delle autorizzazioni. Al momento in Italia ci sono 50 impianti in attesa di autorizzazione, iter che spesso dura più di quanto necessario per l'effettiva costruzione dell'impianto".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA