Pnrr: Gallo (Italgas), con biometano transizione più vicina

Come tutti i gas rinnovabili richiede una rete digitalizzata

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 29 APR - In Italgas sono "molto soddisfatti" dell'inserimento nel Pnrr di un capitolo dedicato al biometano.

Lo ha detto l'amministratore delegato Paolo Gallo intervenendo a un convegno sul Piano nazionale di ripresa e resilienza organizzato da Il ole 24 Ore. "Per raggiungere gli obiettivi di transizione ecologica sia in Italia sia in Europa - ha spiegato Gallo - il biometano rappresenta la risposta e la soluzione più prossima e immediatamente disponibile, nonché quella con i margini di sviluppo più ampi e rapidi".

"A livello Ue - ha aggiunto il manager - si prevede che il peso del biometano possa raggiungere il 20-25% dell'attuale consumo di gas naturale, in Italia si parla di una quota di produzione di 8,5 miliardi di metri cubi raggiungibile al 2030 e la Francia si spinge anche oltre, prevedendo per il 2050 che tutto il consumo di gas sia prodotto da biometano". Il biogas naturale consente inoltre di "risolvere in massima parte il problema dei rifiuti in un'ottica di economia circolare", tanto che in Europa "già il 90% degli impianti di produzione del biometano è collegato alla rete di distribuzione". Secondo Gallo questo significa che "le nostre reti sono un abilitatore indispensabile per dare impulso allo sviluppo di questo gas rinnovabile, che in parte si può consumare in loco, ma poi va anche immesso in rete e distribuito". Per l'immissione in rete del biometano e di tutti gli altri gas rinnovabili però, sottolinea Gallo "è necessario che il network sia digitale per poter gestire i diversi flussi, la loro composizione, la pressione e il loro potere calorifico". "Transizione energetica e digitale - conclude - nel nostro settore sono quindi estremamente connessi". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA