Gas: forum Mediterraneo orientale diventa organizzazione

Firma per trasformazione in istituzione intergovernativa

Redazione ANSA
(ANSAmed) - IL CAIRO, 23 SET - Il "Forum del gas del Mediterraneo orientale", l' "Emgf" cui l'Italia partecipa assieme ad altri cinque Stati dell'area per formare un mercato regionale di questo idrocarburo, ha fatto un ulteriore passo verso la propria trasformazione in organizzazione intergovernativa nel pieno di tensioni con la Turchia.

Come si annuncia in una "dichiarazione comune" sottoscritta anche dagli Paesi membri - Egitto, Cipro, Grecia, Israele, Giordania e Autorità nazionale palestinese - si è svolta in teleconferenza una cerimonia della firma "che è la base della trasformazione del forum in organizzazione governativa regionale con sede al Cairo".

"Il forum contribuirà al rafforzamento della stabilità regionale e creerà un clima di buon vicinato attraverso la cooperazione regionale nel campo dell'energia", si afferma ancora nel testo pubblicato sul sito del ministero del Petrolio egiziano.

"La creazione del forum avviene fra tensioni nel Mediterraneo orientale per la caccia al gas condotta da Ankara in violazione delle acque territoriali di Grecia e Cipro", sottolinea il sito del quotidiano governativo egiziano Al Ahram segnalando che, durante l'incontro, la Francia ha chiesto di far parte dell'organizzazione.

"Il quadro dell'Emgf, una volta completato, sarà inviato all'Unione europea per essere rivisto e poi sarà firmato dagli Stati fondatori", riferisce il sito citando un'altra dichiarazione del dicastero. L'Italia era era rappresentata, in videoconferenza, dal Sottosegretario di Stato al Ministero dello sviluppo economico Alessandra Todde. In un sala al Cairo, assieme agli altri rappresentanti diplomatici dei Paesi coinvolti, era presente l'Ambasciatore d'Italia, Giampaolo Cantini. (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie