Fase 3: imprese, semplificare procedure su fonti rinnovabili

Elettricità Futura e Anev, meno burocrazia per decarbonizzare

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Elettricità Futura e ANEV, le associazioni che rappresentano rispettivamente le aziende delle fonti rinnovabili e dell'eolico, hanno presentato oggi il Manifesto "Come migliorare le procedure autorizzative e raggiungere gli obiettivi delle rinnovabili al 2030 - I 5 impegni che le Associazioni chiedono alle Regioni di portare avanti" per affrontare la transizione energetica.

L'illustrazione dei vari punti si è svolta durante un webinar che ha ospitato gli interventi del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, e del Ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia.

Per il presidente di ANEV, Simone Togni, "un provvedimento mirato alla semplificazione della normativa è ciò di cui il settore eolico ha bisogno e che rivendica da tempo. L'eolico è oggi una tecnologia matura che necessita di vedere eliminate le resistenze burocratiche di ogni sorta per evitare le lungaggini oggi non più accettabili. Riteniamo molto positiva quindi l'iniziativa del Governo su questo tema, e speriamo si possa arrivare fino alla fine per raggiungere i risultati sperati".

Per Simone Mori, presidente di Elettricità Futura, "il nostro Paese ha un piano chiaro e condiviso di decarbonizzazione, che può essere un fondamentale volano di rilancio per l'economia. Le imprese hanno le risorse finanziarie e tecnologiche necessarie per traguardare gli obiettivi previsti dal Piano Energia e Clima al 2030 in termini di crescita e occupazione. La vera sfida è quella di una amministrazione che faciliti gli investimenti, che si assuma le responsabilità dello sviluppo sostenibile, implementando delle procedure autorizzative condivise". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie