Il clima in Africa aumenta la povertà e minaccia i ghiacciai

Rapporto dell'Organizzazione meteorologica mondiale

Redazione ANSA GINEVRA
(ANSA) - GINEVRA, 19 OTT - Il cambiamento climatico sta provocando un aumento dell'insicurezza alimentare, della povertà e degli sfollamenti in Africa e al ritmo attuale il continente potrebbe veder scomparire i suoi iconici ghiacciai entro 20 anni, ammonisce un nuovo rapporto coordinato dall'Organizzazione meteorologica mondiale (Omm).

«L'Africa sta assistendo a un aumento della variabilità meteorologica e climatica, che causa disastri e stravolge i sistemi economici, ecologici e sociali. Entro il 2030, si stima che fino a 118 milioni di persone estremamente povere (cioè che vivono con meno di 1,90 dollari al giorno) saranno esposte a siccità, inondazioni e caldo estremo in Africa, se non verranno messe in atto adeguate misure », ha sottolineato Josefa Leonel Correia Sacko, Commissario per l'Economia rurale e l'agricoltura della Commissione dell'Unione africana, che ha collaborato al rapporto.

Nell'Africa subsahariana, i cambiamenti climatici potrebbero ridurre ulteriormente il prodotto interno lordo fino al 3% entro il 2050.

Il rapporto sullo stato del clima in Africa 2020 evidenzia la sproporzionata vulnerabilità dell'Africa ai cambianti in corso.

"Durante il 2020, gli indicatori climatici in Africa sono stati caratterizzati da un continuo riscaldamento delle temperature, un'accelerazione dell'innalzamento del livello del mare, eventi meteorologici e climatici estremi, come inondazioni, frane e siccità, con impatti devastanti. Il rapido restringimento degli ultimi ghiacciai rimasti nell'Africa orientale, che si prevede si scioglieranno completamente nel prossimo futuro, segnala la minaccia di un cambiamento imminente e irreversibile per il sistema Terra", afferma il segretario generale dell'Omm, Petteri Taalas nella prefazione.

Solo tre montagne in Africa sono coperte da ghiacciai: il massiccio del Monte Kenya (Kenya), le Montagne del Rwenzori (Uganda) e il Monte Kilimanjaro (Repubblica Unita di Tanzania).

Se i tassi di ritiro attuali, superiori alla media globale, proseguiranno, i ghiacciai africani scompariranno entro il 2040.

Il rapporto, rilasciato in vista dei negoziati Onu sui cambiamenti climatici (COP26), sottolinea l'urgenza di ridurre le emissioni di gas serra e di aumentare i finanziamenti per l'adattamento ai cambiamenti climatici. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA