Nello zoo di Lignano un raro esemplare di Leopardo dell'Amur

Direttore, con 'Checco' contribuiamo a ricerca contro estinzione

Redazione ANSA TRIESTE
(ANSA) - TRIESTE, 19 AGO - Un esemplare di Leopardo dell'Amur, uno dei felini più rari al mondo, è stato accolto in questi giorni al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro (Udine). Si chiama Checco e tra i grandi felini è la specie che rischia maggiormente l'estinzione a causa soprattutto della perdita dell'habitat. Una specie che si contraddistingue per la sua densa pelliccia, tant'è che la maggior parte degli esemplari presenti in natura si trova in Russia "dove si stima - ricorda il Parco lignanese - sopravvivano un numero compreso tra i 35 ed i 50 esemplari; troppo pochi per garantirne la sopravvivenza".

"Checco è arrivato da noi da pochi giorni e pian piano si sta ambientando alla sua nuova casa - racconta il direttore del Parco Maria Rodeano - per poterlo ammirare bisogna munirsi di tantissima pazienza ma vi assicuriamo che l'attesa vale assolutamente la pena. Siamo particolarmente felici di prenderci cura di un animale così speciale, un vero ambasciatore, che ci permetterà di contribuire fattivamente al sostegno delle attività di ricerca e conservazione condotte in natura affinché questa specie non si estingua".

Tra i nuovi ospiti dello Zoo, anche uno al rettilario: si tratta di un Tegu dorato, una grande e vivace lucertola di nome Paco, che in natura si trova in Sud America. "Un rettile che ama farsi vedere bene ma che talvolta schiaccia anche un pisolino andando a nascondersi parzialmente sotto terra - conclude Rodeano - per poterlo vedere basta aspettare un pochino di più".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA