Green pass: rettore Trieste, valutare per lezioni Università

Di Lenarda, a seconda condizioni pandemia agevolare più accessi

Redazione ANSA TRIESTE

(ANSA) - TRIESTE, 19 LUG - L'obbligo di un green pass per accedere alle lezioni universitarie "non credo sia corretto, però ci dovrebbe essere la possibilità di tenerne conto" a seconda della condizioni pandemiche. Ne è convinto il rettore dell'Università di Trieste, Roberto Di Lenarda.

"Se le condizioni pandemiche ci permetteranno di avere tutti i ragazzi" in presenza "in sicurezza indipendentemente dal green pass - ha ipotizzato a margine di un incontro - saremmo le persone più contente del mondo". Ma "nel caso in cui le condizioni non ce lo permettessero e dovessimo trovarci nelle condizioni di decidere chi far frequentare o quanti far frequentare, devo dire che il tema della possibilità di chi può frequentare in sicurezza, che magari ci consente di far frequentare il 70-80% degli studenti invece che il 30-40%, è un tema che va preso in considerazione. E' chiaro che dipende da quello che il governo deciderà e noi lo applicheremo".

Secondo il rettore, "non è giusto che chi non dà la disponibilità a mettere in sicurezza se stesso e la comunità abbia gli stessi limiti di chi invece questo passaggio l'ha fatto, con la garanzia di chi per motivi clinici non può vaccinarsi che va salvaguardato. Sperando che non serva, ma ove dovesse servire, è chiaro che sarebbe giusto tenere conto del fatto di chi può frequentare gli ambienti, non solo universitari ma dove ci può essere assembramento, in sicurezza. Io sarei molto d'accordo sull'opportunità non tanto di impedire a qualcuno di partecipare ma di permettere a tanti di partecipare in sicurezza. Se il virus gira - ha concluso - noi dobbiamo inevitabilmente limitare il contagio, lo possiamo fare con ragionevole sicurezza solamente aumentando l'accessibilità per i vaccinati". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie