Siccità: in Molise danni a colture cerealicole e foraggere

Stilata da Coldiretti mappa della sete in città e campagne

Redazione ANSA CAMPOBASSO
(ANSA) - CAMPOBASSO, 20 GIU - "La siccità ha causato danni alle colture cerealicole sulla fascia costiera Adriatica, in provincia di Campobasso. La perdita è quantificabile fra il 20 e il 30%, mentre in provincia di Isernia le foraggere hanno subito una perdita di oltre il 40%". E' quanto emerge da uno studio di Coldiretti che ha stilato la mappa della sete in città e campagne. Dalla Lombardia alla Sicilia, dal Piemonte al Molise, dal Veneto al Lazio, dalla Toscana alla Puglia, dunque, la siccità stringe in una morsa i campi e i raccolti del 2022 in Italia. Per l'organizzazione degli agricoltori è "necessario agire nel breve periodo per definire le priorità di uso delle risorse idriche ad oggi disponibili, dando precedenza al settore agricolo per garantire la disponibilità di cibo, prevedere uno stanziamento di risorse finanziarie adeguate per indennizzare le imprese agricole per i danni subiti a causa della siccità e favorire interventi infrastrutturali di medio-lungo periodo volti ad aumentare la capacità di accumulo dell'acqua e della successiva ottimizzazione nella gestione". Così il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, che ha incontrato il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli e quello della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA