Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Campania
  1. ANSA.it
  2. Campania
  3. Grande faggio sfregiato con motosega, denuncia ambientalisti

Grande faggio sfregiato con motosega, denuncia ambientalisti

Raid su belvedere sui Monti Picentini nell'Avellinese

(ANSA) - NAPOLI, 14 GEN - Uno dei grandi faggi di località Ripe della Falconara dei Monti Picentini, in provincia di Avellino, è stato mutilato a colpi di motosega da parte di ignoti. A denunciarlo le associazioni ambientaliste che esprimono "sconcerto per lo scempio perpetrato in uno dei luoghi più celebri di Irpinia, il Belvedere delle Ripe di Falconara, sul Monte Terminio". Si parla di "brutale mutilazione" di uno dei più iconici faggi del Belvedere.
    "Altre ceppaie - si denuncia - sono presenti sul piazzale di accesso, con la segatura ancora in bella mostra: tutta la zona è un vero e proprio cimitero di faggi, anche di dimensioni monumentali".
    Ormai, si evidenzia, "l'entità dei tagli, abusivi e non, sui Monti Picentini ha assunto proporzioni preoccupanti: se da un lato le amministrazioni sono sempre in prima linea nel difendere il diritto alle utilizzazioni boschive, dall'altro non sembrano manifestare eguale solerzia per ciò che riguarda la tutela integrale di un patrimonio naturalistico di prima grandezza, che travalica l'ambito regionale (tant'è che le operazioni selvicolturali avvengono anche nella zona A dell'area protetta)".
    "L'Ente Parco dei Monti Picentini, dal canto suo - a giudizio delle associazioni ambientaliste - pare aver dimenticato la conservazione del patrimonio ambientale e messo in cima alla lista delle priorità la promozione del turismo, un obiettivo difficilmente raggiungibile in un territorio ove si verificano scempi di tale portata".
    Le associazioni chiedono pertanto "un intervento massiccio e dedicato da parte dei Carabinieri Forestali, con l'ausilio di tutte le tecnologie disponibili.
    Perché la tanto celebrata "Verde Irpinia" non trova alcuna rispondenza in questi scempi: se il registro non cambia, ne resterà solo uno sbiadito ricordo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie