Udienza su scontri durante visita Salvini, sit-in a Napoli

Esposto striscione davanti al Tribunale

(ANSA) - NAPOLI, 22 APR - "11 marzo 2017, c'eravamo tutti.
    Napoli non si Lega. Toccano uno, toccano tutti": questo il testo di uno striscione esposto da un centinaio di attivisti della Rete Antifascista Napoletana e del movimento di lotta - Disoccupati "7 Novembre", che stamattina hanno manifestato davanti al Tribunale di Napoli in occasione di una udienza del processo che si sta celebrando davanti alla terza sezione penale relativo agli scontri verificatisi nei pressi della Mostra d'Oltremare in occasione di una visita in città dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini.
    Alle otto persone finite sotto processo (iniziato nell'ottobre 2019 dopo indagini coordinate dai pm Falcone e Tufano, ma oggi in aula c'era il sostituto procuratore Mariangela Magariello) gli inquirenti contestano i reati di devastazione, saccheggio, resistenza aggravata e lesioni. Gli imputati sono però complessivamente nove: per una nona persona il procedimento giudiziario è stato stralciato. L'udienza odierna è stata rinviata al prossimo 6 maggio a causa di alcune variazioni tra i componenti il collegio giudicante.
    Il collegio difensivo, composto dagli avvocati Alfonso Tatarano, Natalia Fuccia, Carmine Malinconico, Emilio Coppola, Davide Fico e Mario D'Alessandro, ha chiesto di sentire alcuni testi della Procura, già ascoltati in precedenza: si tratta di dirigenti e funzionari delle forze dell'ordine e di alcuni commercianti della zona in cui si verificarono gli scontri.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie