Esame avvocati: Angelino, nel decreto approvato è peggiorato

Presidente AGF, nuova audizione per sanare le criticità

(ANSA) - NAPOLI, 01 APR - "L'esame è stato, di fatto, peggiorato". Lo afferma, in una nota, Francesco Angelino, presidente dell'Associazione Giuridica Forense, insieme alle altre associazioni, esprime "forte disappunto" in merito all'approvazione al Senato, avvenuta ieri, del Decreto Legge 31/2021.
    "Con la nuova approvazione, - spiega - se un candidato decidesse, ad esempio, di portare alla prima prova materie di diritto penale, alla seconda prova orale sarà costretto a portare il diritto civile ma potrà se lo ritenesse opportuno, portare materie di diritto penale e lo stesso vale, viceversa, pure con la scelta del diritto civile. Rimarrebbe invece invariato il discorso per i candidati che scegliessero di portate diritto amministrativo al primo orale, difatti alla seconda prova orale dovranno necessariamente portare sia materie di diritto civile che penale".
    "Sembra assurdo - conclude Angelino - anziché migliorare l'esame è stato reso ancora più difficile, con forti disparità. Le varie associazioni stanno puntando in una ulteriore audizione al fine di evidenziare e sanare le criticità del Decreto Legge prima che diventi definitivo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie