Carceri: Carinola, progetto per tutela salute in cella

Grazie a protocollo d'intesa tra ordine di Malta e direzione

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Un percorso informativo-formativo di responsabilizzazione rispetto al proprio e all'altrui stato di salute e stile di vita, favorendo la possibilità di prestare attività assistenziale a supporto di altre persone detenute in difficoltà sarà avviato nel carcere grazie all'impegno dei volontari del Sovrano Militare Ordine di Malta.
    Domani, alle ore 10, nella sede del Gran Priorato di Napoli e Sicilia del Sovrano Militare Ordine di Malta, in via del Priorato a Napoli, il professore Andrea Pisani Massamormile, vice cancelliere del Gran Priorato e delegato di Napoli, e Carlo Brunetti, direttore della casa di reclusione "G.B. Novelli" di Carinola, (Caserta), sottoscriveranno il protocollo di intesa per la realizzazione del progetto "Caregiver in carcere, avere cura di se' ...
    dentro".
    Il progetto, sperimentale e innovativo, prevede, infatti, che la Delegazione di Napoli del Sovrano Ordine di Malta indirizzi, gratuitamente, alla struttura penitenziaria di Carinola dei volontari, con professionalità adeguate allo scopo, per favorire l'empowerment della persona. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie