Violenza donne, una borsa rossa per fare regali agli orfani

A Napoli ricavato vendite sarà tutto devoluto ad associazione

(ANSA) - NAPOLI, 24 NOV - Sarà interamente devoluto all'associazione "Edela", che si occupa di tutelare gli "orfani di femminicidio", il ricavato delle vendite della speciale borsetta messa in commercio per celebrare la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, in programma domani 25 novembre. La borsa, che riproduce il tipico tessuto scozzese e ha come segno distintivo una scarpetta rossa, è stata prodotta dal giovane imprenditore napoletano Enrico De Laurentis e da sua madre, Maria Romano.
    Attraverso il loro brand hanno voluto dare un contributo alla lotta contro il triste fenomeno della violenza sulle donne, che durante la pandemia ha anche subito una recrudescenza.
    "Anche noi abbiamo sentito il bisogno attraverso il simbolo di una borsetta rossa, esprimere la nostra vicinanza a tutte le donne vittime di violenza", hanno detto Enrico De Laurentis, Maria Romano e la criminologa Antonella Formicola, da anni impegnata a combattere la violenza di genere. "La vendita delle borsette - concludono - contribuirà ad acquistare regali da consegnare ai bimbi dell'associazione ai quali è stata strappata la madre, per cercare di rendere un pò più sereno il loro Natale". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie