Premi:'Sepe'consegnato a D'Alessio,Di Mare,Manfredi,Scudieri

Giunto a nona edizione, kermesse organizzata da Mcl

(ANSA) - NAPOLI, 17 OTT - Sono stati consegnati oggi a Napoli i riconoscimenti della nona edizione del Premio Sepe: il direttore di Rai 3, Franco Di Mare, il ministro dell'Università e ricerca Gaetano Manfredi, l'imprenditore Paolo Scudieri, Gigi D'Alessio sono stati tra i premiati di oggi, nel corso dell'iniziativa promossa da Mcl (Movimento cristiano lavoratori), presieduto da Michele Cutolo (tra i premiati anche Marisa Laurito impossibilitata a essere presente all'evento e che ha inviato un messaggio). Quella di oggi è stata l'ultima edizione con Sepe in veste di arcivescovo metropolita della città, cosa che, per Cutolo, "arricchisce l'incontro di oggi". "Proseguiremo anche in futuro - ha detto - anche con un nuovo arcivescovo".
    "In un momento come questo il Premio del Movimento Cristiano Lavoratori si inserisce perfettamente nella dottrina dell'enciclica di Papa Francesco - ha affermato il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli - La nostra è una società fondata su principi inalienabili necessari come il lavoro. Non scoraggiamoci e non scoraggiatevi, dobbiamo e possiamo vincere.
    Qui abbiamo tante eccellenze e strumenti di crescita".
    Gigi D'Alessio ha evidenziato che ricevere un premio "fa sempre piacere". "Soprattutto da vivi - ha ironizzato - perché spesso vengono dati ai morti. Scherzi a parte, se ricevi un premio significa che hai fatto qualcosa di buono, e io sono contento di poterne ricevere uno dalla mia città".
    "Un grazie per aver riconosciuto il valore umano del fare impresa - ha sottolineato Paolo Scudieri, presidente di Adler Pelzer Group, multinazionale della componentistica automotive - Sono onorato per questo premio, ancor più in un frangente, come quello attuale, in cui il fare impresa porta il peso e la responsabilità del rilancio dell'economia italiana ed europea".
    "L'auspicio è quello di poter fare sempre di più e sempre meglio - ha concluso - nella piena coscienza che dal lavoro nasce la dignità della persona, la base su cui crescere in stabilità e sicurezza". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie