SoS alunni disabili a Conte. Preside,come un papà

Dirigente scuola di San Felice a Cancello,le risorse arriveranno

(ANSA) - SAN FELICE A CANCELLO (CASERTA), 01 OTT - "Presidente ci sentiamo soli, non lasciateci". Così alcuni bimbi disabili dell'istituto 'Francesco Gesuè' di San Felice a Cancello (Caserta) si sono rivolti al premier Giuseppe Conte, in visita oggi, insieme col ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina. Gli alunni lamentavano la mancanza di insegnanti di sostegno; al momento all'istituto comprensivo mancano sei docenti per il sostegno, tre alla primaria e tre alla secondaria. "Arriveranno le risorse che mancano" assicura il dirigente scolastico Teresa Mauro, che poi annuncia che "oggi sono arrivati i primi banchi monoposto e che nei prossimi giorni ci verrà consegnato il resto di quelli richiesti".
    È stata proprio la Mauro, con le lacrime di disperazione versate dopo l'atto vandalico che colpì venti giorni fa uno dei sei plessi che compongono il Francesco Gesuè, ad attirare l'attenzione del ministro Azzolina, che, informata della vicenda da un funzionario del Miur originario di San Felice a Cancello, telefonò alla preside per manifestarle vicinanza, e il giorno dopo dispose l'invio di 30mila euro per la messa in sicurezza; quei fondi sono serviti per mettere le grate alle finestre e piazzare le telecamere esterne al plesso vandalizzato, denominato "Don Milani", e agli altri cinque plessi del Francesco Gesuè. "È stata una visita bellissima ed emozionante - racconta la Mauro - Conte si è spogliato dei panni istituzionali comportandosi con i ragazzi come un papà". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie