Edili e tecnici in piazza a Napoli, settore in ginocchio

Per sollecitare misure per sblocco opere pubbliche e private

(ANSA) - NAPOLI, 08 LUG - Imprenditori del settore edile e tecnici mercoledì scenderanno in piazza a Napoli per chiedere misure urgenti finalizzate a sostenere "un settore messo in ginocchio dal Covid prima e dalle istituzioni poi". La manifestazione che si terrà in piazza del Plebiscito è stata promossa dall'Atc - l'Associazione tecnici e costruttori - che è stata costituita nei mesi scorsi, per dare voce ad un settore, come spiega il presidente Rossano Ricciardi, " ormai dimenticato da tutti".
    A giudizio di Atc le misure messe in campo dal governo "sono tardive, approssimative e insufficienti". E il previsto "superbonus" al 110 per cento "sta rappresentando un boomerang - aggiunge Ricciardi - perchè annunciato e non ancora operativo ha bloccato anche i lavori più piccoli proprio nei mesi della ripartenza". La committenza nell'attesa del testo definitivo ha bloccato l'assegnazione dei lavori mentre la cessione del credito, che potrebbe essere una leva per dare impulso alle opere "favorisce ancora una volta i grandi gruppi finanziari" con imprese e tecnici, teme l'Atc, ad accettare subappalti.
    Per Atc, comunque, è giunto anche il momento di sbloccare le gare d'appalto e i pagamenti. Critiche sono riservate anche agli enti locali che non avrebbero approntato "piani di rilancio reali del settore" mentre le politiche messe in campo dalla Regione Campania sono bollate come prive "di una visione di sviluppo". A giudizio di Atc, infine, è necessario attivare una leva "di sgravio fiscale e di incentivo che favorisca la ripartenza e le nuove assunzioni". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie