Campania

  • Omicidio della piccola Fortuna: Caputo aggredito in cella con un pugno

Omicidio della piccola Fortuna: Caputo aggredito in cella con un pugno

Salvini: 'Assassino quasi linciato? Non mi spiace' Alfano a Napoli: 'Chi sa, parli'

Raimondo Caputo, l'uomo di 43 anni accusato di aver violentato e ucciso la piccola Fortuna Loffredo, di 6 anni, ieri è stato colpito con un pugno al volto da uno dei suoi compagni di cella: lo riferisce la direzione del carcere di Poggioreale. Caputo si trovava in una cella al piano dedicato ai detenuti per reati sessuali mentre ora è stato trasferito in una cella singola in un'altra zona del carcere. L'attenzione è ora alta a Poggioreale in caso di visite da parte dei familiari del detenuto, visto il timore di possibili ritorsioni anche nei loro confronti.

Sono stati gli agenti penitenziari a salvarlo dall'aggressione dei compagni di cella. "Questo - spiega il segretario generale del Sappe, Donato Capece - dimostra la professionalità e la dedizione del corpo di polizia penitenziaria che opera all'interno delle carceri pur in una situazione difficile di carenza di organico"

Salvini, assassino quasi linciato? Non mi spiace - "E' stato quasi linciato in carcere il presunto assassino di Fortuna Loffredo? Se dicessi che mi dispiace, direi una cosa falsa. Non mi dispiace per nulla, anche se non deve essere lasciata alla legge del carcere la soluzione. La Lega da ormai almeno tre legislature propone la castrazione chimica per pedofili e stupratori. Chi mette le mani addosso a un bambino e a una donna deve essere farmacologicamente, quindi senza la scure ma con le pillole, messo in condizione di non rifarlo più per tutta la vita". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ha commentato ai microfoni di Radio Cusano Campus il pestaggio accaduto nel carcere di Napoli.

Intanto a Napoli il ministro Angelino Alfano ha fatto un appello: "Chi sa parli". Noi abbiamo bisogno di parole da parte di chi sapeva e non ha voluto dirle queste parole precedentemente - ha detto Alfano rispondendo alle domande dei giornalisti - perché questo silenzio è pesato in termini di ferocia quanto quel terribile gesto che ha visto coinvolta Fortuna". "Noi daremo il supporto delle forze dell'ordine all'inchiesta - ha aggiunto Alfano - e tutto ciò che ci sarà chiesto in termini di forze dell'ordine lo offriremo per riuscire ad accelerare i tempi di questa inchiesta".

DAI DISEGNI DI UNA BAMBINA LA SVOLTA ALLE INDAGINI


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie