Covid: boschi Sila serbatoio di benessere e cura, un evento

Iniziativa Aimef su Forest Therapy in area Parco nazionale

(ANSA) - VILLAGGIO MANCUSO, 03 GIU - La foresta silana serbatoio pulito, inesauribile e a costo zero di benessere e cura. Se ne è parlato nell'evento "Sila, salute, sostenibilità.
    La foresta si fa terapia e rilancia la montagna ai tempi del Covid-19", promosso dall'Associazione italiana medicina forestale (Aimef) con Comune di Taverna e Parco nazionale della Sila, nell'ambito del primo "Corso facilitatore in Forest Therapy".
    All'iniziativa hanno partecipato il presidente del Parco, Francesco Curcio, Il comandante Carabinieri Biodiversità di Catanzaro, Nicola Cucci, il sindaco di Taverna e presidente della Comunità del Parco, Sebastiano Tarantino, Giovanni Aramini, dirigente Settore Parchi ed Aree Naturali Protette della Regione il direttore f.f. del Parco, Domenico Cerminara.
    Gli aspetti legati alla Forest Therapy e all'effetto che benefici e connessione con la natura possono avere sulla salute sono stati illustrati da Rosario Amelio, medico, presidente provinciale Aimef che ha messo in evidenza come "la foresta silana, con le sue specificità, è realmente un bene prezioso per la nostra salute e per il benessere di ognuno" e come sia fondamentale "riscoprire questo contatto, sperimentare nuove cure rappresentano una rigenerazione per la mente e per il corpo, tutto supportato da evidenze scientifiche". Amelio si è poi soffermato sull'esperienza delle giornate formative.
    "Un'esperienza immersiva - ha detto - che ha visto diversi partecipanti e certamente l'inizio di un progetto importante per il territorio". Paolo Zavarella, presidente Aimef ha detto che la Sila "è una fonte autentica di benessere e benefici: verde, foglie, radici, sono trasmettitori di sostanze capaci di donare effetti positivi per la mente e per il corpo: la natura qui diventa "cura". E' poi toccato a Guido Giarelli, del Dipartimento di Scienze della Salute Università di Catanzaro, illustrare un progetto in via di sperimentazione sulla Forest Therapy mettendo in evidenza che "vivere in montagna corrisponde ad avere di più, a vivere esperienze diverse e uniche, e questo potrebbe essere un'occasione di rilancio e di inserimento del nostro territorio in una nuova forma di turismo eco - sostenibile che promuove la salute come strada per rinnovarsi".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie