COVID: il punto in Calabria

Calano i contagi(+163), ma 8 decessi

(ANSA) - CATANZARO, 29 DIC - Calano i contagi in Calabria (+163, ieri erano 212),ma ci sono da registrare otto vittime in più nelle ultime 24 ore. Il tutto nel giorno in cui il Senato ha dato il definitivo via libera al decreto Calabria.
    Dal Bollettino quotidiano stilato dal Dipartimento salute della Regine emerge che diminuiscono di tre unità i ricoverati in area medica (257), mentre aumentano di due le presenze nei reparti di terapia intensiva (16). In crescita abbastanza sostenuta anche i guariti: sono 321 (14.070), mentre i casi attivi risultano 8.535 e quelli chiusi 14.534.
    Oggi in testa come numero di casi rilevati c'è la provincia di Cosenza con 53, seguita da Vibo Valentia con 47 (probabili strascichi dei focolai di Piscopio e Fabrizia), poi Catanzaro e Reggio appaiate a 28 e Crotone (6).
    Il nuovo provvedimento legislativo approvato con 149 sì, e 117 no (tra cui quello del senatore di Italia Viva Ernesto Magorno) ha registrato anche un astenuto. Il decreto, che avrà vigore per due anni, giunge a un mese circa dall'arrivo del nuovo commissariamento straordinario della sanità calabrese, il prefetto in pensione Guido Longo, scelto dal Governo.
    A breve, comunque, dovrebbe essere potenziata la capacità di processare tamponi nella regione. Dopo l'Epifania dovrebbe entrare a pieno regime il laboratorio di biologia molecolare Covid del centro sanitario dell'Università della Calabria. In attesa del via libera della Regione, che deve formalmente accreditare il laboratorio universitario, in questi giorni sono iniziati, all'interno della struttura universitaria di Rende, il collaudo e il testing dei macchinari. Il laboratorio potrà processare - a pieno regime - fino a 400 tamponi al giorno.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie