Coltiva marijuana e maltratta fratello, denunciata

Scoperta da Ps. Uomo tenuto tra rifiuti e incapace di camminare

(ANSA) - CATANZARO, 01 OTT - Coltivava marijuana in casa e teneva il fratello, incapace anche di alzarsi, nella sporcizia.
    Per questo una donna di 50 anni è stata denunciata per produzione ai fini di spaccio di stupefacenti e maltrattamenti in famiglia. Sono stati gli agenti delle Volanti della Questura di Catanzaro a portare alla luce la vicenda. Nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita, con la collaborazione di un'unità del Reparto cinofili della Polizia di Vibo Valentia e della Polizia scientifica di Catanzaro, in un'abitazione in località Germaneto, gli agenti hanno trovato 6 piante di marijuana con annesso impianto di essiccazione per trasformare le piante in sostanza stupefacente. Le piante alte ognuna circa un metro, sono state sequestrate, così come la 'camera di essiccazione', in doppio tessuto impermeabile ed isolante, dotata di prese d'aria, un aspiratore, una ventola, ed una scaffalatura a diversi ripiani, retati, per appoggiarci la sostanza da essiccare, nonché un bilancino, un termostato dei 'grinder' per la frantumazione della marijuana e vario materiale di consumo per il confezionamento dello stupefacente in dosi.
    Mentre erano nell'abitazione, gli agenti hanno notato, in camera da letto, un uomo, palesemente non autosufficiente, in condizioni penose. La stanza era priva di mobilio e suppellettili, piena di rifiuti alimentari, immondizie varie ed escrementi e l'uomo, cinquantaseienne, fratello della donna, si spostava carponi apparendo incapace di assumere la posizione eretta. Gli agenti hanno quindi chiamato il 118 e l'uomo è stato affidato alle cure dei sanitari. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie