Italgas, crescere nel lavoro pensando alla fame nel mondo

E' team building anche confezionare pasti per le scuole africane

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 FEB - Confezionare pasti per i bambini delle scuole africane e vivere questa esperienza, in azienda, non solo come occasione di solidarietà ma anche come strumento di crescita personale e professionale dei dipendenti, per rafforzare la coesione tra colleghi attraverso attività ad alto valore etico. L'iniziativa è di Italgas: 110 dipendenti, coinvolti nell'ambito di un percorso di sviluppo manageriale, nell'ambito di una attività di team bulding hanno già confezionato 32.000 pasti che la rete di Rice Against Hunger ha poi provveduto a distribuire nelle scuole africane garantendone la tracciabilità.
    E' stata chiamata "RAHzioni contro la fame", una iniziativa sviluppata dall'azienda con Rise Against Hunger, organizzazione internazionale no-profit nata con l'obiettivo di "eliminare la fame nel mondo entro il 2030: si occupa di portare cibo nelle scuole africane "per garantire ai bambini - come viene sottolineato spiegando le ragioni dell'iniziativa - il diritto di crescere in maniera sana e di ricevere un'istruzione che offra l'occasione di diventare protagonisti del loro tempo spezzando la catena della povertà.
    Italgas quanto sia un tema centrale, in azienda, l'attenzione alla responsabilità sociale d'impresa nei confronti dei contesti territoriali in cui vive e opera e quanto creda nelle 'possibilità delle proprie persone di fare la differenza'.
    L'iniziativa è nata anche da attività di ascolto di ascolto dei dipendenti dalle quali era emerso il desiderio di realizzare, nell'ambito dei percorsi di empowerment aziendale, progetti che contribuissero "a migliorare il mondo in cui viviamo". Così una idea in fondo semplice, come quella del confezionamento dei pasti, e che non neanche richiesto un lungo impegno, ha permesso all'azienda ed ai dipendenti coinvolti di essere anche "coerenti con con l'impegno per i primi cinque obiettivi dell'Agenda Onu al 2030: povertà zero, zero fame, salute e benessere, istruzione di qualità, uguaglianza di genere".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA