ResponsAbilmente - ANSA2030 - ANSA.it

Disabilità:Trenitalia,Intercity o Frecce se treni affollati

Ad Corradi su gruppo disabili fatto scendere da treno a Genova

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 MAG - Sulla questione del trasporto di persone disabili "stiamo pensando azioni di miglioramento. La più importante riguarda il treno regionale veloce che da Genova va a Torino o Milano, che può avere problemi di affollamento.
    Con la Sala blu e la con l'app che ci permette di gestire il viaggio, nel prenotare o riservare i posti cercheremo di fornire alle comitive di persone disabili il servizio possibilmente su treni Intercity o Frecce, in cui la prenotazione prevede numero di posto e carrozza. Nel caso di differenze di prezzo - perché i regionali costano meno - Trenitalia si prenderà carico della differenza. L'azione è già concordata con Rfi e praticamente attiva con un caso di prenotazione già a fine maggio". Così l'amministratore delegato di Trenitalia spa, Luigi Corradi, rispondendo in audizione in Commissione Trasporti sul grave episodio riguardante un gruppo di persone con disabilità verificatosi sul treno regionale Albenga-Milano lo scorso 18 aprile. Il treno aveva 27 posti riservati a persone con disabilità, ma era ridotto a sei carrozze. Arrivato a Genova, sul treno sono saliti altri passeggeri, che si sono rifiutati di scendere nonostante le richieste della capotreno di lasciare il posto alle persone disabili. A queste ultime è stato proposto di proseguire in autobus. "La capotreno era preoccupata, ha chiamato la Polfer 15 minuti prima dell'arrivo a Genova, convinta di poter far alzare i passeggeri. Il treno è stato invece stato fermo 25 minuti e si stava creando una situazione critica. Alle persone disabili è stato offerto di riproteggerli su un autobus", ha spiegato Corradi, aggiungendo che Trenitalia sta "lavorando per prevenire che si verifichino situazioni di questo tipo": "Un'altra azione, quando c'è una discontinuità nel servizio, è la previsione di un autobus sostituivo, nel caso venga usufruito da persone disabili faremo in modo che a bordo ci sia una persona che svolga l'attività di capotreno, che entri più facilmente in contatto con la Sala Blu e supporti i passeggeri fino a destinazione". Trenitalia, inoltre, "sta aumentando il personale a terra, per convincere le persone in banchina a defluire verso i cosiddetti 'treni bis' che partono pochi minuti dopo in caso di sovraffollamento". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA