Sviluppo sostenibile, torna Scuola alta formazione Siena

Dal 10/6 via iscrizioni per format didattico organizzato Asvis

Redazione ANSA SIENA

(ANSA) - SIENA, 05 GIU - Terza edizione di Siena advanced school on sustainable development, la Scuola di alta formazione sui temi dello sviluppo sostenibile organizzata da Asvis in collaborazione con Fondazione Enel, Leonardo, Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile (Rus), Sustainable development solutions network Italia, Sustainable development solutions network Mediterraneo e il Centro Santa Chiara Lab dell'Ateneo senese. Le iscrizioni sono aperte dal 10 giugno al 10 luglio: 40 i partecipanti ammessi tra studenti di dottorato, giovani ricercatori, amministratori e dirigenti pubblici, dipendenti del settore privato, policy maker.
    Nuovo il format dell'offerta didattica che si adegua alla situazione dettata dall'emergenza Covid: si svolgerà in tre fasi a partire da settembre fino ai primi mesi del 2021, unendo webinar e lezioni in presenza e sarà potenziata "puntando a una formazione e qualificazione di alto livello che possa contribuire e rafforzare il processo di trasformazione verso lo sviluppo sostenibile nei settori chiave del sistema socioeconomico italiano".
    La Scuola è coordinata dal portavoce dell'Asvis Enrico Giovannini e dal presidente del Santa Chiara Lab e docente dell'Ateneo senese Angelo Riccaboni che spiega: "Giunta al suo terzo anno la Scuola intende dare un contributo fattivo alla 'Decade of Action' che deve portare all'attuazione dell'Agenda 2030 mettendo al centro delle proprie attività le trasformazioni necessarie per raggiungere gli Sdgs. Con questa edizione daremo ancora più spazio al mondo delle imprese, con esempi di soggetti che hanno adottato innovazioni trasformative in ottica di sostenibilità, valorizzando soluzioni concrete e buone pratiche capaci di rispondere alle nuove sfide poste dagli Obiettivi di sviluppo sostenibile". "La Scuola - commenta Giovannini - è stata disegnata per creare professionalità in grado di trovare soluzioni sempre più efficaci e giuste per cambiare l'attuale modello di sviluppo. La crisi epidemica ci ha mostrato quanto i fenomeni siano interconnessi e rende ancora più urgente formare esperti in grado di comprendere e gestire la complessità delle risposte necessarie per portare l'Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA