Trasporti: Fnm, merci solo via ferro tra Lombardia e Lazio

Tre collegamenti settimanali fra terminal Sacconago e Ferentino

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - Viaggeranno solo su ferro le merci tra la Lombardia e il Lazio grazie all'accordo tra Malpensa Intermodale (gruppo Fnm) e l'operatore Move Intermodal. Il gestore dello scalo di Sacconago (Varese) e l'operatore belga hanno avviato un nuovo collegamento con lo scalo di Ferentino (Frosinone), che in una prima fase si articolerà su 3 relazioni settimanali con arrivo e partenza da Sacconago il martedì, il giovedì e il sabato.
    "Lo scalo laziale - spiegano Malpensa Intermodale e Move Intermodal - si colloca all'interno di un'area a forte vocazione industriale dove sono insediate importanti multinazionali". Sui treni verranno trasportate prime e semilavorati, che dal Benelux, collegato con Sacconago giornalmente con 2 coppie di treni, raggiungeranno le aziende in Centro Italia interamente su ferro, e i prodotti finiti, che torneranno in Lombardia e nel Nord Europa direttamente senza alcun trasferimento su gomma.
    "Una parte consistente del nuovo traffico - proseguono i due operatori - è poi riservata alle aziende del territorio, che potranno sfruttare la nuova connessione per raggiungere mercati di approvvigionamento o distribuzione tramite l'intermodalità".
    In questo modo le aziende potranno "contribuire allo sviluppo di un trasporto sempre più sostenibile in termini di riduzione di emissioni, che di congestione e incidentalità". La trazione del treno è affidata a Cfi (Compagnia Ferroviaria Italiana), che cura anche una parte della commercializzazione ed a Sbb Italia (Ferrovie Svizzere).
    "Abbiamo lavorato intensamente per raggiungere questo risultato", ha affermato l'amministratore delegato di Malpensa Intermodale Umberto Ruggerone, secondo il quale la relazione tra Sacconago e Ferentino è gestita "quasi interamente in terminal, senza incrementi di traffico stradale". "Lo sviluppo di relazioni tra terminal nazionali - sottolinea il manager - permette di far ricadere anche sull'Italia i benefici che l'intermodalità produce già in tutta Europa". L'amministratore delegato di Move Intermodal Luc Driessen ha spiegato invece che "le aziende italiane, così come quelle del Benelux e della Germania-Ruhr beneficeranno delle nostre soluzioni di trasporto ferroviario door to door, che collegano direttamente Genk (Belgio) a Ferentino". A suo dire "questo permetterà di ridurre significativamente le emissioni di Co2, un risultato che non è mai stato così importante come ora, dopo il pacchetto "Fit for 55", recentemente pubblicato dalla Commissione Europea". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA