Maratona design, architetti per ripensare paese post Covid

Cappochin, agiamo su stili dell'abitare, mobilità e servizi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Una non stop di 24 ore su come ripensare il Paese post Covid-19: inizia il 23 maggio alle 10 la maratona digitale "L'architettura è cultura e bene comune" promossa dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, che sarà live su architettiperilfuturo, la nuova piattaforma online che ospiterà il confronto partecipativo fra l'intera comunità degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, cittadini, società civile, decisori, istituzioni e imprese: per partecipare è necessaria iscrizione sul sito.
    La maratona ospiterà 400 designer riuniti attorno a 5 grandi temi: Progettare secondo le sfide globali 2030/50; l'Italia, una rete di Resilient Cities; la sostenibilità dell'Abitare; rigenerazione urbana: luoghi pubblici, servizi, mobilità e partecipazione; nuovi modelli virtuosi. Dal giorno della maratona la piattaforma permetterà di raccogliere e condividere fino all'autunno suggestioni, idee e contributi che confluiranno in una proposta articolata da sottoporre alle Istituzioni.
    "Il Covid-19, oltre ad averci fatto piombare in una profonda crisi sanitaria ed economica, può rappresentare - spiega Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale - una gigantesca opportunità verso il cambiamento, con interventi radicali, in una partita tutta da giocare senza aver paura di giocarla. Per farlo è necessario elaborare proposte di futuro ripensando le città e i territori, agendo sugli stili dell'abitare, sulla mobilità, sull'accesso ai servizi, e su uno sviluppo in forme più distribuite e reticolari". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA